Swatch contro iWatch: il nome del device Apple non può essere questo

Un piccolo problema con la licenza potrebbe impedire a Swatch di avanzare pretese nei confronti di iWatch

Alzi la mano chi non credeva che qualcuno avrebbe mosso le prime critiche al nome iWatch che Apple ha scelto per il suo orologio intelligente: nome che non è stato mai confermato dalla compagnia e che quindi - vale la pena prendere in considerazione anche quest'altra ipotesi - potrebbe cambiare da un momento all'altro (ne dubitiamo, comunque, visto che ormai tutti lo conosciamo con queste sei lettere).

A lanciare l'offensiva è stata la società svizzera Swatch, che - come ben sapete - è proprietaria del marchio iSwatch: tale marchio è stato registrato in circa ottanta paesi e, secondo la società, Apple deve fare molta attenzione a registrare iWatch, perché la sequenza di lettere si confonderebbe chiaramente con la propria. A riportare le dichiarazioni di Serena Chiesura, responsabile delle comunicazioni di Swatch, è stata Watson, una delle principali testate giornalistiche della Svizzera:

"Il marchio iWatch potrebbe essere facilmente confondibile con iSwatch".

Problemi con la licenza "iSwatch"


Swatch profit jumps 20 per cent in 2013

Queste, le parole della donna, che, però, non avrebbe preso in considerazione un'ipotesi davvero sfavorevole: bisogna considerare, infatti, che la "i" di iSwatch non è presente nella licenza, trattandosi di un simbolo grafico, e che quindi i legali di Apple potrebbero partire proprio da qui per mettere a tacere le sue pretese.

Non sappiamo quali saranno i risvolti di questa vicenda, ma sicuramente faranno parlare moltissimo in futuro: in molti credono, infatti, che sarà proprio iWatch a spianare la strada alla categoria smartwatch.

Via | Watson

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. È disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.
  • shares
  • Mail