Salone del libro di Torino 2014: le 10 migliori startup tecnologiche, a Book To The Future

Debutta al Salone Internazionale del Libro una nuova occasione per le startup di editoria digitale, A Book to the Future, dall'8 al 12 maggio si presenteranno in questa cornice prestigiosa le vincitrici della contest.

book-to-the-future

Nella sezione “A Book to the Future” del Salone Internazionale del Libro di Torino esordisce l’Area Startup, in cui saranno messe in mostra le 10 vincitrici del contest bandito dal 28 gennaio al 15 marzo.

Questi dieci esempi di imprenditoria innovativa vogliono rivoluzionare l’editoria digitale, un mercato in perenne riflusso e assetato di disruptor intraprendenti. Il contest è frutto di una collaborazione tra GL Events con il sostegno della Regione Piemonte e Tag - Talent Garden. Lo scopo ultimo è quello di trovare la strada giusta per trasformare sviluppare il prodotto editoriale in formato digitale, superando l’eBook per arrivare a qualcosa di nuovo e altrettanto rivoluzionario.

Al bando hanno risposto oltre 50 aziende e idee di azienda provenienti da tutta Europa.

Le startup vincitrici


  • 20lines - dedicata al social reading è una piattaforma per la condivisione di racconti brevi. Autori emergenti si confrontano direttamente con i “colleghi” e i lettori e i loro commenti e voti
  • Bliu Bliu - proveniente dalla Lituania, questa startup è nata l’anno scorso e si occupa di perfezionare e stimolare l’apprendimento delle lingue straniere usando contenuti originali e stimolanti. Bliu Bliu riconosce le parole che lo studente sa e le trova su video e articoli sulla Grande Rete, usando argomenti che interessano all’utente e lo inducono ad approfondire e comprendere ciò che gli viene sottoposto
  • JB Lab - i torinesi di questa startup presentano un ebook+applicazione per avvicinare alla lettura i bambini, dai neonati fino all’età pre-scolare. Si tratta di un libro progettato per crescere assieme al bambino, adattandosi al suo livello di comprensione
  • MaieuticaLabs - un laboratorio di “cloudschooling”, una piattaforma per l’insegnamento adattivo che ospita tutor per la scuola secondaria e un sistema che stimola attraverso domande progressive a migliorare le proprie conoscenze di un argomento o materia
  • Newscron - un aggregatore semantico di contenuti svizzero, che consolida giornali, riviste, portali tutto su una sola piattaforma, consentendo di filtrarli per area geografica e di seguire l’evoluzione di una notizia lungo una traccia temporale
  • Pubcoder - ecco qualcosa di molto pratico: un’interfaccia per creare ebook senza dover fare un corso specializzato, arricchito con l'inserimento di interazioni, animazioni, video, suoni e lettura sincronizzata del testo.
  • Spam - provocatorio e artistico, questo progetto pubblica l’omonima rivista offerta interamente in realtà aumentata
  • Timbuktu è di San Francisco, e produce contenuti digitali per bambini, catturando attenzione e stimolando la creatività
  • TwoReads - è un sistema di ricerca bibliografica intelligente tramite connessioni ipertestuali
  • Xoonia - questa startup, che arriva da Milano, realizza software interattivi controllabili senza il tocco, ma con le gesture, adattissimo a spazi pubblici, eventi e fiere

Si potrà esplorare le funzionalità offerte da queste startup e discutere e fare networking con i loro portavoce recandosi all’Area Startup di Book to the Future, dove si svolgeranno anche tavole rotonde, keynote e incontri con personalità di spicco dell’editoria online. Saranno sicuramente delle giornate interessanti!

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. È disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.
  • shares
  • Mail