Acer Liquid Leap, una smartband tra le altre novità Acer

Acer ci propone una smartband (in realtà è proprio uno smartwatch), il suo primo wearable. Sarà venduto in bundle con il suo nuovo smartphone Acer Liquid Jade, ma probabilmente anche distribuito separatamente.

Acer ha promosso tutta la sua nuova line-up in un evento a New York City ieri. Non ci sono state poi grosse sorprese, tranne una - una smartband, il primo wearable di questo brand taiwanese come sempre intento a penetrare ogni fascia di mercato raggiungibile.

Si chiama Acer Liquid Leap ed è una striscia di materiale siliconico larga 14mm, e sebbene sia definito uno “smartband”, il fatto che ci dica l’ora, che ci comunichi le notifiche e altre informazioni lo qualifica anche come smartwatch, anche se certamente un esemplare particolarmente minimale di una categoria che spesso raggiunge dimensioni generose come i Samsung Gear. Ovviamente non manca anche il sensore per rilevare le informazioni biometriche come il battito cardiaco, una feature che oggi come oggi è ritenuta vitale per un wearable a contatto con le nostre pulsazioni.

Il Liquid Leap è pensato per lavorare in coppia con il nuovo smartphone di Acer, Acer Liquid Jade, un nuovo apparecchio di fascia media dell’azienda taiwanese. A dire il vero, però, si potrà collegare con molti device Android, anche di altri brand.

acer-liquid-leap

Il Liquid Jade avrà tuttavia un certo vantaggio di godibilità, perché l’Acer Liquid Leap sarà incluso nella confezione in alcuni mercati considerati vitali da Acer per quanto riguarda il nuovo e incerto mercato dei wearable. Purtroppo non abbiamo particolari e dettagli precisi su questo smartband oltre quelli riportati, soprattutto non siamo in grado di ipotizzare un prezzo. Sappiamo che Acer si è costantemente contraddistinta per gli ottimi rapporti qualità-prezzo, e che una certa economia potrebbe essere molto invitante per chi finora non ha mai provato particolare interesse per questi device. Fra qualche settimana, quando lo smartphone Acer Liquid Jade arriverà sul mercato, probabilmente sapremo anche il prezzo e l’eventuale disponibilità come apparecchio separato di questo wearable.

Personalmente ritengo che la concorrenza tra le varie aziende non abbia ancora portato a un apparecchio rivoluzionario, e che se Acer non saprà imporsi con qualche feature che lo renda più desiderabile del “solito” pulse monitor, allora ci ritroveremo di fronte al solito aggeggio che in pochi mesi sarà nei centri commerciali nel bidone delle offerte speciali.

Via | Phandroid

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. È disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.
  • shares
  • Mail