Microsoft dona un miliardo di dollari alle scuole: tutte devono avere PC Windows

Microsoft investe un miliardo di dollari per portare i PC Windows in tutte le scuole

Non è certo una novità il fatto che Microsoft elargisca somme di denaro a destra e a manca per ottenere introiti a lungo termine, e questo dono di un miliardo di dollari a tutte le scuole, per far sì che gli studenti possano avere dei computer Windows a disposizione, rientra proprio nell'obiettivo di diffondere a macchia d'olio il sistema operativo (ormai prossimo alla nona versione, dopo una Eight non proprio fortunata).

Il programma, in realtà, è della Casa Bianca, che ha come obiettivo quello di portare i computer nelle scuole di tutta l'America: uno scopo che, ovviamente, non può che avere ripercussioni positive sull'istruzione e, di conseguenza, sulla società; disporre di computer e tablet, infatti, non significa sostituire ai classici materiali di studio la tecnologia, ma vuol dire far sì che questa possa migliorare la qualità dell'insegnamento e velocizzare i tempi (pensate a quanto potrebbero essere più interattive, dinamiche e affascinanti le lezioni di scienze con video e filmati presi da YouTube o dal sito della BBC, da quello di Focus etc).

Un investimento a tutti gli effetti


sede microsoft

Non siamo così ingenui da credere che Microsoft abbia donato un miliardo di dollari per migliorare l'istruzione; o meglio: potrebbe anche averlo pensato, ma il vero obiettivo è di diffondere il suo sistema operativo, contrastando quelli avversari, che finora sono ancora troppo lontani - diciamolo - dalle ottime performance del colosso di Redmond; è per questo che Microsoft ha finanziato l'acquisto di computer Acer, Asus, Dell, Fujitsu, HP, Lenovo, Panasonic e Toshiba da 300 Dollari l'uno.

Sarà pure brutto l'indottrinamento a Windows, ma almeno l'altra faccia della medaglia è che sarà la scuola tutta a giovarne: vogliamo vederla così.

Via | Cnet

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. È disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.
  • shares
  • Mail