Lix: la penna 3D più piccola al mondo

La stampa 3D continua a stupire, per le nuove opportunità offerte, ma anche per la ricchezza delle proposte commerciali. Oggi mettiamo a fuoco Lix.

Lix è una penna per la stampa 3D: il suo sbarco sul mercato arricchisce il ventaglio degli strumenti che sposano questo processo, destinato a un grande futuro, per le favorevoli implicazioni del suo uso, specie in certi ambiti operativi.

Dimensioni da primato

lix-3d-pen

Si tratta del più piccolo “strumento di scrittura” su scala mondiale fra quelli destinati a questa missione. Dalla sua punta non prendono forma lettere o disegni su carta, ma opere tridimensionali, che sbocciano magicamente nell’aria, lasciando di stucco gli astanti.

Lix è una stampante 3D tascabile, perfettamente identica a una comune penna, tranne per il fatto che al posto dell’inchiostro secerne filamenti a base vegetale (o in plastica ABS, se si preferisce questo ingrediente), per fare degli “scarabocchi” ma anche delle piccole opere d’arte con estensione volumetrica.

Opere di piccole dimensioni

La proposta è lunga appena 6.45 centimetri, quindi può stare tranquillamente in tasca. Per funzionare deve essere collegata a un computer attraverso il suo jack da 3.5 mm: così si genera calore sufficiente a rendere il polimero come una miscela fusa che si libera nell’aria dalla punta del Lix.

Questa penna è la più piccola e conveniente stampante 3D oggi presente sul mercato. Una sua caratteristica è l’assenza di costose impalcature robotiche per guidare l’esecuzione: per creare oggetti tridimensionali basta disegnare lentamente nell’aria, mentre il filamento fuso esce fuori con delicatezza. Ovviamente il potenziale è limitato, perché non si può pensare di creare grandi opere con un sistema del genere. Al momento Lix non è ancora in listino, ma il suo sbarco sul mercato non dovrebbe tardare. Si ipotizza un costo di 139,95 dollari.

Via | Gadget.com

  • shares
  • Mail