Apple VS Samsung, Google vuole aiutare i coreani per due brevetti

Ecco spuntare un clamoroso retroscena nella guerra dei brevetti fra Apple e Samsung: qual è stato il ruolo di Google?

Si tratta ancora di indiscrezioni e in quanto tali vanno prese con la massima cautela: pare che Google sia interessata ad aiutare Samsung nella guerra legale che Apple ha intrapreso contro di lei (guerra che - come ben sapete - ha visto la Mela Morsicata chiedere ben 2.2 miliardi di dollari da Samsung per l'utilizzo di cinque brevetti che apparterrebbero soltanto a lei e a nessun altro: cifra che i coreani hanno ovviamente contestato, spiegando che i brevetti violati non sarebbero quattro ma solo uno).

Oggi spuntano queste informazioni che non faranno certo piacere alla società di Tim Cook: informazioni secondo le quali gli avvocati di Samsung avrebbero ricevuto dalla società di Mountain View delle email in cui si diceva chiaramente che Google avrebbe coperto le spese legali del processo; James Maccoun, avvocato che tutela gli interessi della società, ha confermato l'intenzione dell'azienda, aggiungendo, però, che Google intende combattere assieme ai coreani solo per due dei cinque brevetti in oggetto - il numero '414 legato alla sincronizzazione e il '959 relativo alla ricerca universale -.

Email risalenti al 2012


APPLE SAMSUNG

Ricordiamo che Samsung non è disposta a versare 2.2 miliardi ma solo 7 milioni, in quanto convinta che ben quattro brevetti siano coperti da Android: non sappiamo se questo abbia a che fare qualcosa con l'intenzione del colosso di Mountain View di partecipare alla causa, ma sicuramente qualcosa sotto c'è, e questo qualcosa non piacerà a più di qualcuno, visto che della situazione si è saputo soltanto adesso (e le email tra Samsung e Google, nelle quali sarebbe scritto pure che l'azienda di Mountain View avrebbe risarcito i coreani in caso di sconfitta, risalgono al 2012).

Come andrà a finire?

Via | Cnet

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. È disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.
  • shares
  • Mail