LG TV UHD, uscita in estate. La nuova gamma arriverà a 105"

LG è quasi pronta a portare sul mercato le sue TV 4K di livello consumer, anche se i prezzi, lo prevediamo, dovrebbero essere davvero principeschi.

Le abbiamo già viste al CES 2014, e avevamo constatato quanto LG sia capace di contrastare colpo su colpo la rivale domestica Samsung e il resto delle corporation orientali che hanno fatto di display e tecnologia per l’entertainment il proprio cavallo di battaglia.

Ora la gamma di TV 4K Ultra HD arriva finalmente nelle nostre case - si fa per dire, dato che il costo resta piuttosto impressionante. Inutile nasconderlo: l’UHD è un giocattolo per ricchi e tutto sommato non siamo ancora certi che meriti l’esborso, data la scarsità di contenuti offerti a questo mostruoso livello di risoluzione.

Tutto questo discorso, tuttavia, non riesce a preoccupare LG, forte di una gamma di prodotti top di gamma dalle dimensioni imponenti che farebbero certo bella figura in un salotto, ma che per la stragrande maggioranza dei consumer sarà un fenomeno da additare al centro commerciale.

Le nuove TV UHD di LG sono i modelli appartenenti alle serie UB9800, UB9500, UB9300 e UB8500. Tutte sono 4K Ultra HD e questo vuol dire una risoluzione di 3840 x 2160 pixel. Su tutti i modelli tranne la “modesta” serie UB8500 troveremo anche le tecnologie Tru-ULTRA HD Engine Pro e TruMotion 200Hz che si occupano dell’upscaling dei contenuti non-4K, del rendering di quelli che sono in effetti 4K e della gestione continua di scene che affaticano parecchio l’hardware come le carrellate e i movimenti rapidi.

Abbiamo parlato in abbondanza del passaggio di LG al sistema operativo WebOS per la GUI Smart TV, e tutti e quattro queste serie gireranno con una versione del nuovo acquisto della multinazionale coreana.

Purtroppo non ci sono dettagli precisi né sulle date di lancio, né tanto meno sui prezzi di queste famiglie di televisori, che purtroppo per noi si preannunciano principeschi. Ci saranno tuttavia un gran numero di “polliciaggi”, mi si perdoni il terribile termine tanto amato dai PR, a partire dal 42” fino al mostruoso 105”.

  • shares
  • Mail