Richard Stallman: i cellulari sono una prigione

In un'intervista con NetworkWorld, il celeberrimo Richard Stallman della Free Software Foundation, pioniere e grande sostenitore del software libero, ha dichiarato di non possedere un cellulare per scelta. E non perchè il telefono portatile sia un potenziale disturbo alla quiete personale, bensì perchè Stallman lo considera una prigione.

Secondo il guru del software libero infatti, il cellulare sarebbe "uno strumento del Grande Fratello, una parte del sogno staliniano che si avvera". Un modo per essere controllati sempre e ovunque, per far ascoltare le nostre conversazioni, per essere seguiti in ogni nostro spostamento. Insomma, se nel 1948 fossero esistiti i cellulari, George Orwell avrebbe potuto a ragione inserirli nel suo "1984".

Se l'eseguibile non è sostituibile dall'utente, Stallman considera il dispositivo che lo utilizza una vera e propria prigione, con una conseguente e pericolosa illusione: pensiamo di essere noi a controllarlo e invece accadrebbe esattamente il contrario.

Il software non libero secondo Stallman è un problema di ordine sociale, poichè costituisce uno strumento di potere ingiusto; nei cellulari il software libero potrebbe (e sottolineo potrebbe) secondo il guru proteggerci dalle strumentalizzazioni. Ma finchè i cellulari continueranno a essere "non-free" (nonostante Android) è meglio privarsi anche dei loro lati positivi e scegliere di non possederli.

A livello ideologico, il ragionamento di Stallman è condivisibile, anche se per certi aspetti opinabile. D'altra parte sappiamo che si tratta di un personaggio sopra le righe, che porta all'estremo certe convinzioni, di fatto di stampo filosofico. Inoltre le riflessioni da fare sarebbero tante, ma una su tutte mi preme: non finiremmo in realtà per autolimitarci, cercando di sfuggire a tutti i costi ad un potenziale controllo (da una parte inevitabile, dall'altra anche non attuato o attuabile)? Qual sarebbe a questo punto la definizione vera di "libertà"??

  • shares
  • Mail
6 commenti Aggiorna
Ordina: