Equinozio di Primavera, Google Doodle animato per celebrare la nuova stagione

Il Google Doodle di oggi celebra l'arrivo della primavera, l'equinozio mette la parola fine a un inverno piovoso. Dall'altro lato del mondo hanno un Doodle diverso, ovviamente

Marzo è un mese pazzo e ci possiamo ancora aspettare qualche giornata fredda, specie alle alte quote, ma come annuncia felicemente la home di Google di oggi, la primavera è alle porte.

Il Google Doodle di oggi è una elegante animazione, decisamente creata per intenerire i naviganti e volgere la loro mente alla stagione più dolce dell’anno.

Un ometto grassoccio e rotondetto sostituisce la seconda “G” del logo del motore di ricerca, e si tratta di una figurina animata, che in pochi secondi procederà a innaffiare le altre lettere della scritta. La prima G crescerà come un albero da frutto fiorito, e le altre lettere saranno fiori colorati - le tonalità sono verde, magenta e giallo. Possiamo considerare una pianta anche l’omino, però! Si innaffierà la testa e da essa spunteranno i fiori, completando l’animazione.

Primo giorno di Primavera


Non so se possiamo definire il doodle di quest’anno come un rito di fertilità online, ma questo genere di celebrazione era piuttosto comune in antichità.

Dal punto di vista astronomico, l’equinozio è quel momento in cui il nostro Sole attraversa l’orizzonte celeste dall’emisfero Australe a quello Boreale. Avverrà oggi alle 17:57 ora italiana. Ovviamente nell’altro emisfero arriva invece l’autunno, e come potete vedere dal filmato qui sotto c’è un’animazione con lo stesso omino che saltellando muta il fogliame degli alberi a una veste autunnale.

Il nome Equinozio deriva dal latino e fa riferimento al fatto che la notte e il giorno, in teoria, oggi dovrebbero avere una durata uguale, cosa che a dire il vero non capita perché l’atmosfera terrestre propaga all’alba e al tramonto il bagliore della nostra stella.

A causa del fenomeno della precessione degli equinozi, questo momento cambia leggermente negli anni, sia a causa della forma non perfettamente sferica della Terra che dell’influenza del nostro satellite e della nostra stella. Dovremo aspettare il 2102 per avere l’equinozio di nuovo al 21 di marzo.

  • shares
  • Mail