Apple TV, Steve Jobs non la voleva: "Business terribile"

Apple TV non era nei progetti di Steve Jobs: lo svela il libro Haunted Empire: Apple After Steve Jobs

Questo dovrebbe essere anche l'anno della nuova Apple TV - questo o il 2015, a seconda dello stato dei lavori dell'azienda -: il televisore dovrebbe presentarsi non soltanto con un comparto hardware rinnovato ma anche con dei contenuti molto più interessanti (è prerogativa dell'azienda lanciare nuovi dispositivi solo se hanno realmente qualcosa in più da offrire all'utente finale). Ma Apple ha sempre pensato al lancio di un televisore? Oggi sappiamo la risposta e dobbiamo dire che non ce l'aspettavamo.

Un ex giornalista di The Wall Street Journal, oggi redattore per Business Insider, Yukari Kane, ha scritto un libro - Haunted Empire: Apple After Steve Jobs - in cui emerge chiaramente che Steve Jobs non fosse intenzionato a buttarsi in questo settore, ritenuto "terribile" e con "margini troppo ristretti" di guadagno: le possibilità di fare cassa, insomma, sarebbero state bassissime, perché il ricambio generazionale dei televisori non avviene ogni anno come gli smartphone, bensì ogni otto.

La risposta di Steve Jobs


steve jobs
"Avete Steve Jobs davanti a voi - queste, le parole di Steve a un incontro organizzato con cento fra i membri più importanti dell'azienda - e voi siete i mie ragazzi. Per questo, voglio che vi mettiate a vostro agio e mi chiediate qualsiasi cosa vi passi per la testa, anche se la considerate inutile o addirittura stupida".

Fu allora che gli venne chiesto della TV e che arrivo la seguente risposta:

"No, perché è un business pessimo. Le TV non hanno un ciclo di sostituzione rapido e i margini sono ristretti".


    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.

Via | Mac Rumors

  • shares
  • Mail