iWatch, Apple punta a 65 milioni di unità vendute: inizio produzione nel Q2 2014

La produzione di iWatch potrebbe iniziare nella seconda metà del 2014: un nuovo documento svela che Apple punta a 65 milioni di unità

Continuano incessanti i rumor sulla produzione di iWatch, e questa volta a lanciarli nel web è stato Economic Daily News, fonte tutt'altro che inattendibile e tra l'altro sicura che l'orologio intelligente della Mela Morsicata sarà prodotto in ben 65 milioni di pezzi: un lancio di prim'ordine, insomma, soprattutto se paragonato a quello di Samsung, che ha portato il suo primo Galaxy Gear Soltanto in Corea (riuscendo a vendere in tutto il mondo, tra l'altro, poche unità del prodotto).

Siamo sempre nell'ambito di rumor e pettegolezzi, quindi prendete con la dovuta cautela quanto stiamo scrivendo: che Apple tenga molto al suo iWatch è indiscutibile, ma ci pare davvero strano - e un po' azzardato, per di più - che l'azienda punti così tanto su una tipologia di device che non ha avuto molto successo (anche Samsung Galaxy Gear 2 pare aver lasciato la stampa e gli utenti molto freddi). Si tratta - come avete ben visto - di numeri che possono essere tranquillamente paragonati ai prodotti di punta dell'azienda e questo ci fa dubitare sulla fondatezza dell'indiscrezione.

Nonostante questo, Economic Daily News parla di un documento con il quale Apple avrebbe ordinato la costruzione di questi dispositivi, non senza dare ulteriori indicazioni sulla data e sui fornitori: si parla, per la precisione, di secondo trimestre 2014 e, soprattutto, di assemblaggio affidato a Quanta, che già cura la produzione di iPad Mini e iPhone 5C; il processore, invece, dovrebbe essere prodotto da Samsung.

L'inizio della produzione di iWatch


L'orologio intelligente dovrebbe uscire nel 2014, insomma, ma non sappiamo ancora con precisione quando, visto che Apple, pur avendo messo circa duecento dipendenti a lavorare sul progetto, pare voglia fare le cose in grande e lanciare il dispositivo solo quando sarà effettivamente pronto (una scelta completamente diversa da quella di Samsung, che ha lanciato sul mercato Galaxy Gear pur considerandolo poco più che un prototipo).

Un rapporto pubblicato verso la fine di febbraio faceva già luce, comunque, sulla data di uscita e sulla fasi di sviluppo: iWatch dovrebbe entrare in produzione nel corso della seconda metà del 2014, per un possibile lancio estivo, sul quale, però, non vogliamo darvi alcuna certezza, ma che pare essere piuttosto vicino, visto che tutti i rumor coincidono.

Il report parla anche di display AMOLED flessibile e 3D, con tecnologia touchscreen sviluppata da TPK: Apple avrebbe stipulato un importante accordo con i giapponesi di Nissha Printing, che ha assicurato la produzione di almeno due pannelli al mese; le due società hanno già collaborato in passato, quindi potrebbe trattarsi davvero di un pettegolezzo fondato: va detto, però, che finora questo è stato l'unico report a parlare della collaborazione: il pericolo bufala, perciò, è tutt'altro che da scartare.

Rumor allettanti su iWatch


iwatch

La possibilità che Apple lanci iWatch è allettante, perché finora non abbiamo visto prodotti di grande qualità, quindi non solo belli e potenti ma anche interessanti: la Mela, invece, pur praticando dei prezzi davvero esagerati, aggiunge sempre qualcosa in più alle ultime tecnologie (e, in effetti, gli ultimi rumor su iWatch sono davvero interessanti); incrociamo le dita, sperando di non doverci ricredere!

Via | The Street | Economic Daily News | Phone Arena

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. È disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.
  • shares
  • Mail