Pebble 2.0, appstore per quasi tutti e nuovo firmware

Disponibile da qualche giorno il nuovo appstore di Pebble, giunto con la nuova app 2.0 per iOS e il firmware 2.0 per l'orologio di Migicovsky. Su Android arriverà presto

Pebble 2.0 da qualche giorno è finalmente realtà: come promesso dall’azienda dell’eclettico Eric Migicovsky l’orologio più intelligente del pianeta entra nella sua nuova era.

Nuova applicazione, per il momento solo per iOS, vuol anche dire appstore che racchiude già più di 1000 elementi tra applicazioni, anche dei più noti sviluppatori come Foursquare o Yelp, e watchfaces, per personalizzare il proprio dispositivo includendo le nuove feature che l’SDK 2.0 permette.

iOS abbiamo detto dato che i ben più numerosi utenti Android dovranno aspettare ancora qualche giorno: l’applicazione per loro è ancora in beta, dovremmo essere arrivati alla 8, ma chi l’ha provata parla di un’esperienza non troppo entusiasmante.

2.0 per Android ancora in beta


Gli ingegneri di Palo Alto risolveranno presto tutte le problematiche e daranno anche al robottino verde nuova vita in Pebble con la 2.0, il negozio online ormai vitale per il proprio orologio targato 2014.

Per chi, invece, ha già ricevuto l’aggiornamento l‘operazione è stata rapida e indolore: nuova app, nuovo firmware 2.0 per il Pebble e pronti a girovagare tra centinaia e centinaia di creatività, offerte gratuitamente da altrettanti sviluppatori che si sono cimentati con l’SDK.

Steel con aspetto più "serio"


Neanche a dirlo primario beneficiario delle novità il nuovo Steel con cui l’azenda americana, vero e proprio outsider del 2013, entra nel mainstream tecnologico, dandosi un tono più serio, ma non serioso, per tutti quelli che amano indossare un orologio intelligente anche in occasioni dove l’abito scuro è consigliato.

Pelle e metallo per i nuovi Steel in consegna mondiale proprio in questi giorni, con il primo, storico, modello in plastica ancora disponibile e da moltissimi preferito alla nuova versione metallica.

Il successo di Pebble


Un successo insperato, l’anno scorso, che ha spiazzato non pochi rivali e big del settore che hanno iniziato a valutare il settore: per Apple si valuta che il settore degli smartphone potrebbe avere un valore di ben 17 miliardi di dollari all’anno. Scopriremo presto quali saranno le mosse dei top player.

Gear 2 e iWatch i pericoli più grandi


Per Samsung si parla di un Gear 2 a fine mese, con il Galaxy S5, per la mela si parla da mesi di iWatch. Per ora Pebble va per la sua strada, con i suoi 300mila clienti seguaci, entusiasti di quanto una piccola azienda americana è riuscita a fare in pochi mesi di vita. Saprà rinnovarsi e tener testa a che la tecnologia la produce, e bene, da anni?

Via | Pebble Blog

  • shares
  • Mail