Samsung e Google, ancora accordi: Android meno personalizzato in futuro

Android è troppo personalizzato: ecco le ultime indiscrezioni sugli accordi fra Google e Samsung

Tempo di cambiamenti in casa Samsung e questa volta c'entrerebbe anche Google. Come ben sapete, le due compagnie si sono recentemente accordate in tema di brevetti, con l'obiettivo di evitare dispute legali e concentrarsi soltanto sulla ricerca e sullo sviluppo. Le dichiarazioni dei coreani sono state chiare e hanno fatto subito pensare a qualcosa che andasse oltre a semplici accordi per i brevetti:

"Grazie a questo accordo - questo, il comunicato ufficiale Samsung -, Samsung e Google potranno accedere ai rispettivi portafogli di brevetti, aprendo la strada per una più profonda collaborazione in materia di ricerca e sviluppo. Questo accordo con Google è altamente significativo per il settore tecnologico. […] Samsung e Google stanno mostrando che è più conveniente cooperare con le altre aziende del settore piuttosto che impegnarsi in inutili dispute".

Sulla scia di questa collaborazione, è possibile che Google abbia parlato con Samsung e l'abbia invitata a personalizzare meno le versioni Android installate sui suoi dispositivi: secondo quanto scrive Re/Port, in particolare, la compagnia non avrebbe gradito per niente le modifiche apportate a Megaxine UX, il cui design sarebbe stato reso troppo differente rispetto all'applicazione nativa progettata dagli ingegneri Google.

Che l'indicazione di non modificare troppo l'interfaccia e le applicazioni Android sia stata proprio inserita fra le clausole del contratto? Tutto è possibile, ma vi ricordiamo che si tratta soltanto di rumor, per quanto belli possano essere (la personalizzazione di Samsung, lo ammettiamo, non ci piace particolarmente).

  • shares
  • Mail