Nvidia GeForce GTX 750 Ti "Maxwell", primi numeri della prossima GPU mainstream

I primi benchmark non ufficiali dell'erede del Kepler: per ora il target è la fascia mainstream.

NVidia_GPU_Roadmap

La nuova generazione di GPU di Nvidia non è ancora stata annunciata, ma grazie alle leak affiorate nei giorni scorsi sappiamo che vedrà la luce a metà febbraio su una scheda di fascia mainstream dell'attuale famiglia GeForce GTX 700, e non 800. La scheda in questione sarà la GTX 750 Ti, erede a tutti gli effetti della GTX 650 Ti che ha dominato per quasi un anno intero la fascia media.

La leak è partita pochi giorni fa da SweClockers, che afferma che la GPU GM107 della GTX 750 Ti sarà di fatto la prima incarnazione della tecnologia Maxwell, realizzata ancora una volta sul collaudato processo di fabbricazione a 28nm.

E le prestazioni?

nvidia_gtx750ti_sp

Non così rivoluzionarie come si pensava. Questo almeno è quanto emerge dai primi numeri pubblicati dai cinesi di Coolaler (nell'immagine qui in alto), che evidenziano prestazioni ancora al di sotto della GTX 660 (al momento reperibile per circa 150€), e quindi poco al di sopra dell'attuale GTX 650 Ti Boost che andrà a rimpiazzare.

Dai 9 test pubblicati sul sito il gap con la GTX 660 oscilla tra il -3 e il -10%, con un picco del -30% sul test Unigine Valley probabilmente imputabile a un driver ancora troppo poco maturo. Scandalo? Non proprio. In realtà ad Nvidia basta veramente poco per rendere le sue offerte mainstream più competitive delle Radeon R7 equivalenti. Per saperne di più non ci resta che aspettare il lancio ufficiale previsto per metà febbraio, o probabilmente le prossime leak che lo precederanno.

Via | VideoCardz

  • shares
  • Mail