Facebook Paper, il giornale blu vuol sfidare Flipboard

Facebook Paper

 

È un po’ che non si sente parlare di Facebook on qualcuna delle sue iniziative o novità che, nei mesi passati, sfornava con ritmi incalzanti. La prima di questo 2014 potrebbe chiamarsi Paper e non dovrebbe tardare molto ad arrivare.

Si parla addirittura del mese di gennaio per quella che è la nuova sfida di Zuckerberg, con i suoi uomini, al mondo dell’informazione. In realtà l’esempio da seguire dovrebbe essere Flipboard, per il momento leader incontrastato nell’aggregazione di notizie e mondo social, che consente si avere in un unico posto tutto quello che interessa all’utente che faccia parte della propria sfera sociale privata così come di tutto quanto in rete sia informazione e abbia deciso di seguire.

In realtà tutto quello che serve è già nel grande calderone blu, dato che gli utenti, e non sono pochi, ci sono, le testate specializzate e generaliste anche: si tratta solo di combinare questa enorme mole di informazioni e di persone indirizzando il flusso di notizie in modo tale da creare un giornale organizzato e organico, in grado di mutare a seconda delle mutate esigenze di chi lo legge.

La sfida è senza dubbio colossale, ma colossali sono anche le risorse di uno dei siti più utilizzati, ogni giorno, in tutto il pianeta che, per moltissimi, è diventato sito unico di riferimento quotidiano, come per altri lo è diventato Twitter, entrambi social network ma velocissime fonti di informazioni sui generis che, adeguatamente realizzate, possono costituire l’ossatura del giornale digitale 2.0 del prossimo decennio.

  • shares
  • Mail