Google TV: Google chiede ai produttori di ritardare gli annunci per il CES

google tv

Secondo voci riportate dal New York Times, la Google TV sarebbe vittima dei primi ritardi/cancellazioni. Per il prossimo mese è atteso a Las Vegas il CES, Consumer Electronics Show, grande vetrina per tutta la nuova tecnologia. Ci si aspettava che Google approfittasse dell'evento per mostrare il nuovo software per televisioni, la famosa Google TV, che dovrebbe aggiungere i video dal web e altre funzionalità pc alle normali televisioni. Google ha già da diverso tempo un accordo con importanti produttori quali Sony, Toshiba, LG e Sharp, i quali risultano pronti a rivelare la propria versione del sistema.

A quanto pare, però, Google ha chiesto ai produttori di ritardare la presentazione, almeno secondo quanto rivelato da fonti vicine alla compagnia. L'intenzione è quella di lavorare ulteriormente sul software in quanto le prime recensioni di prova hanno dimostrato una tiepida accoglienza. La richiesta di tempi dilatati, che arriva piuttosto in ritardo, ha colto impreparate alcune delle compagnie partner.

Questa vicenda ha ovviamente scatenato i commenti degli analisti, che vedono nell'improvviso cambiamento di rotta di Google una strategia di business debole, soprattutto per quanto riguarda i rapporti con i partner. James L. McQuivey, analista al Forrester, ha dichiarato:

“Google come compagnia non si dimostra particolarmente partner-friendly o concentrata sui rapporti col partner"

I portavoce di Google non hanno voluto discutere quelli che hanno definito "rumor e speculazioni" su prodotti non annunciati, rivelando solamente come:

Il nostro obiettivo a lungo termine è quello di collaborare con un'ampia comunità di produttori di elettronica per aiutare ad ottenere l'esperienza di fruizione della TV di prossima generazione. Stiamo lavorando con altri partner per offrire più terminali sul mercato nei prossimi anni.

Staremo a vedere come si svilupperà la vicenda.

[Via New York Times]

  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: