Recensione della pipa elettronica di Ruyan con batteria e ricarica di lunga durata

Ruyan e-Pipe

Nuovo capitolo dello speciale sulla sigaretta elettronica, oggi parliamo della pipa elettronica. Proposta da Ruyan (che avevamo conosciuto qui su gadgetblog con la sigaretta elettronica usa e getta), la e-Pipe è basata sullo stesso sistema di vaporizzatore/atomizzatore e soluzione.

Venduta in una scatola curata nell'aspetto e negli accessori, la pipa si correda di un tris di ricariche con diversa gradazione di nicotina, un bocchino di ricambio, una batteria extra e il caricatore.

Bella da vedere e curata, questa pipa elettronica richiama la linea e le dimensioni di quella tradizionale anche se il peso è di gran lunga superiore. Nella parte dove solitamente si mette il tabacco, uno sportellino svitabile nasconde lo scompartimento per la batteria e integra un led rosso che si illumina quando la pipa è in funzione. Particolare, questo, da rivedere perché chi cerca il realismo potrebbe trovare troppo acceso e innaturale il colore rosso/arancione carico del led.

Staccando il bocchino, invece, troviamo lo scompartimento dove inserire le ricariche, piccoli cilindretti in plastica riempiti da una spugnetta intrisa di soluzione.

Ruyan e-Pipe
Ruyan e-Pipe
Ruyan e-Pipe
Ruyan e-Pipe

Ruyan e-Pipe

Rispetto alle sigarette elettroniche, la prima cosa che salta all'occhio della pipa è la generosità dell'autonomia. Sia le ricariche che la batteria, infatti, sono generose e dovrebbero consentire dalle due settimane a un mese di autonomia, a seconda degli usi.

Come per la sigaretta provata, la soluzione di Ruyan è in grado di garantire un colpo in gola notevole. Grazie alle ricariche ampie e all'ottimo atomizzatore, il fumo prodotto è tanto anche se, rispetto a una sigaretta, è necessario un'aspirazione di maggior potenza.

Durante il periodo di prova abbiamo potuto confermare le ottime caratteristiche di autonomia di questo modello. La batteria non ha richiesto una carica oltre alla prima (l'abbiamo provata per tre settimane) e, a patto di non tenerla inutilizzata per troppo tempo, le ricariche assicurano sicuramente una settimana di uso intenso, più se si utilizza di meno.

In conclusione la e-Pipe di Ruyan si è rivelata un ottimo prodotto che ha dalla sua la durata ma che si trova di fronte a uno svantaggio: a causa della forma delle ricariche si è vincolati a pochi alternative di scelta a differenza delle sigarette elettroniche che godono di maggiori possibilità. Alto anche il prezzo che rispecchia il prestigio dei materiali e il packaging curato e accessoriato: 180€.

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: