Garmin Vívofit al CES 2014, un wearable anti-Fuelband con un anno di autonomia

Un nuovo wearable per il fitness anche da Garmin: contapassi, calorie bruciate, sync coi device mobili, un'app per monitorare o lanciare sfide e fino a un anno di autonomia.

Tra i tantissimi nuovi wearable annunciati dal CES 2014 di Las Vegas c'è anche il Vívofit di Garmin, un braccialetto dotato di sensori e di un piccolo display per aiutarci a tenere traccia dell'attività fisica, della qualità (e la quantità) sonno e delle calorie bruciate. La forma ricorda molto quella del Fitbit Flex: un cinturino regolabile e una zona più spessa, che in questo caso ospita un display curvo a cristalli liquidi semplice ma dal look ben riuscito, che ci mostra anche i progressi dell'attività con una "barra motivazionale".

Le funzioni sono quelle che ci aspettiamo da un braccialetto-tracker: c'è un contapassi che ci indica anche la distanza percorsa, le calorie bruciate, l'ora e singolo bottone per la sincronizzazione con i device mobili. Non poteva mancare il classico sistema di gestione degli obbiettivi giornalieri, pensati per spingerci verso uno stile di vita più sano e meno sedentario.

L'elaborazione dei dati viene sincronizzata dall'app Garmin Connect per Android e iOS, che porta i risultati sul cloud e li rende consultabili e condivisibili con la comunità degli utilizzatori, con cui è anche possibile lanciare sfide.

E l'autonomia? Garmin promette una durata eccezionale, fino a uno anno d'autonomia utilizzando la stessa batteria (che dunque non è ricaricabile) con un uso continuato.

Il braccialetto è ruggedizzato e resistente all'acqua fino a 50 metri di profondità, e supporta le fasce cardio (opzionale) col protocollo ANT+. Garmin Vívofit sarà in mostra al CES 2014, per arrivare poi sul mercato italiano a partire da febbraio al prezzi di 120€ o 150€ nella versione con fascia cardio, con una scelta di colori tra nero, viola, blu, verde acqua e ardesia. Vi lasciamo al video promo:

Via | Garmin

  • shares
  • Mail