Wacom Bamboo Fun: la recensione della tavoletta grafica per Mac e PC

Wacom Bamboo Fun: la recensione

Ho avuto modo di testare la tavoletta grafica Wacom Bamboo Fun Pen & Touch e devo ammettere di essere rimasta piacevolmente colpita. In passato ho provato altre tavolette grafiche, trovandole più scomode, meno personalizzabili e gestibili della Bamboo.

Io ho testato la mia Bamboo su un Mac con OS X Snow Leopard e l'ho settata per un utilizzo come mancina. Innanzi tutto, partiamo dal CD di installazione: la Wacom offre non solo la possibilità di installare la tavoletta, ma anche quella di registrarla direttamente online scaricando il software Bamboo Dock tramite il quale gestirla.

La registrazione richiede pochi minuti, il numero di serie della tavoletta e il codice che troverete al suo interno per scaricare i software. Il sito di Wacom permette subito di scaricare ed utilizzare per un tempo limitato ArtRage, Bamboo Scribe e Adobe Photoshop Elements 8 (disponibili per 480 ore di utilizzo). Tramite il Bamboo Dock, oltre a regolare i settaggi della tavoletta grafica, possiamo scaricare altre applicazioni e giochi gratuiti.

Wacom Bamboo Fun: la recensione
Wacom Bamboo Fun: la recensione
Wacom Bamboo Fun: la recensione
Wacom Bamboo Fun: la recensione

La Bamboo offre infatti anche simpatici passatempi per giocare con la penna (o con le dita), oltre a programmi base per il disegno e il ritocco delle immagini. Esiste anche un'applicazione per imparare a creare gli sketch per i tatuaggi! Tramite MyBamboo possiamo invece regolare gli aspetti più tecnici: l'utilizzo da mancini o meno, l'utilizzo della penna come mouse, la velocità del tratto e via dicendo.

Tralasciando per un secondo l'aspetto tecnico, l'estetica della tavoletta è decisamente piacevole: un rettangolo argentato con angoli smussati, inserti in plastica bianca per i tasti, penna argentata da tenere sempre con la tavola grazie all'asola di tessuto apposita. In tutto pesa meno di mezzo chilo, con dimensioni complessive 338mm x 224mm. Lo spessore è minimo. Con l'acquisto, insieme alla tavoletta e alla penna, vengono forniti: il CD di installazione, un DVD con i software Adobe Photoshop Elements 7.0 Win/6.0 Mac, Corel Painter Essentials 4.0 e Nik Color Efex Pro 3.0 WE3.

La struttura della tavoletta è compatta, senza parti mobile soggette a usura, con quattro tasti fisici. Il primo approccio con la tavoletta ci fa sentire sempre un po' impacciati: la penna viene rilevata già ad un centimetro di distanza (una luce rossa si accenderà) e può essere mossa liberamente. Per imparare a puntare direttamente ciò che ci interessa, senza trascinamenti, ci vorrà qualche istante di pratica. La rilevazione dei movimenti e dei "click" è complessivamente precisa. Toccando con la punta della penna otteniamo il click singolo, mentre il doppio click è possibile effettuarlo settando i tasti presenti o sulla penna stessa o sulla tavoletta.

Wacom Bamboo Fun: la recensione
Wacom Bamboo Fun: la recensione
Wacom Bamboo Fun: la recensione
Wacom Bamboo Fun: la recensione

Le impostazioni altamente personalizzabili ci vengono incontro, qualsiasi sia il nostro livello di esperienza e di manualità. Quando utilizziamo la penna, la tavoletta disattiva in modo automatico gli imput tattili in modo da evitare pasticci involontari, permettendoci di tenere attive entrambe le modalità senza dover intervenire noi ogni volta. A livello di sensibilità della pressione, la Bamboo Fun riporta 1024 gradi contro i 512 dei modelli più economici sempre della Bamboo, quindi risulta tra le più precise.

La precisione dei tratti, anche lunghi, la rendono adatta al disegno e alla pittura digitale, con l'ausilio dei software consigliati in Bamboo Dock e nel DVD allegato. Non sono un'esperta di disegno grafico, mi sono affacciata alla Bamboo Fun come se fossi alle prime armi e devo ammettere che sia l'installazione che l'utilizzo risultano intuitivi, semplici, alla portata di tutti. La tavoletta può essere utilizzata per il disegno con grande soddisfazione, ma risulta essere anche un ottimo dispositivo di puntamento per coloro che non amano il classico trackpad dei portatili o non sopportano il mouse: in brevi tempi, con il giusto settaggio delle impostazioni, diverrete padroni di tutte le gestualità richieste. Potrete aprire e chiudere applicazioni, navigare, selezionare, persino effettuare screenshot semplicemente utilizzando una penna o le vostre dita.

Wacom Bamboo Fun: la recensione
Wacom Bamboo Fun: la recensione
Wacom Bamboo Fun: la recensione
Wacom Bamboo Fun: la recensione

La dotazione software, il design, il peso contenuto, la semplicità di utilizzo e il prezzo (99.90€ circa) la rendono adatta all'utilizzo professionale come a quello più ludico (i giochini all'interno del Bamboo Dock sono un favoloso passatempo), anche se vi consiglio una borsa protettiva per portarla in giro con voi. Personalmente la consiglio a tutti i curiosi, anche a quelli alle prime armi: spendendo qualche euro in più per questo modello, troverete delle funzionalità che quasi nessun'altra marca offre, oltre ad un livello di customizzazione davvero eccellente.

L'utilizzo della plastica su tutta la superficie, anche quella sensibile, la rendono vulnerabile non solo ai colpi, ma anche allo sporco. Il mio parere a riguardo della Bamboo Fun è comunque assolutamente positivo.

Wacom Bamboo Fun: la recensione
Wacom Bamboo Fun: la recensione
Wacom Bamboo Fun: la recensione
Wacom Bamboo Fun: la recensione
Wacom Bamboo Fun: la recensione
Wacom Bamboo Fun: la recensione
Wacom Bamboo Fun: la recensione

  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: