Yubz, una cornetta telefonica retrò per smartphone

Nel palleggiare tra le mie mani il gadget di cui mi appresto a parlarvi, ho dovuto seriamente pensare alle motivazioni che possono spingere una persona a comprare - alle soglie del 2011 - una cornetta telefonica "bulky" da collegare al proprio smartphone, soprattutto nell'era dell'"hands-free": ho provato anche a vedere in rete come viene giustificato l'acquisto del dispositivo (per esempio nel video in testa al post), ma non sono giunta ad una conclusione plausibile.

Mettendo da parte le perplessità che rimangono riguardo all'utilità di Yubz Mobile Talk - o meglio, liquidandole con un "de gustibus" - il dispositivo, utilizzato per veicolare le chiamate dei dispositivi cellulari su cornetta, è dotato di controllo diretto del volume sulla cornetta e di un pulsante per la risposta/mute/interruzione della chiamata; la qualità audio, nell'utilizzo, è pari a quella del classico auricolare cablato, di conseguenza, non migliora nè peggiora la resa acustica rispetto all'utilizzo normale del telefono.

Il punto di forza di Yubz è probabilmente la compatibilità: il dispositivo, infatti, è dotato di una pletora di adattatori, utili allo scopo di permettere l'interfacciamento del dispositivo con oltre 200 modelli di telefono, da Motorola a Samsung, da iPhone a Blackberry, da Nokia ad Alcatel. Una nota a margine - legata ad una nostra prova, ma correttamente evidenziata anche sul sito della società produttrice - indica che il dispositivo non è compatibile, almeno per il momento, con iPhone 4.

Yubz talk è disponibile in 8 colori (sul mercato sono state recentemente introdotte alcune versioni "limited" con diverse rappresentazioni) e - oltre al modello "wired"- vi sono anche le varianti USB (per l'interfacciamento con laptop) e Bluetooth. In Italia è disponibile tramite Rebelly ad un costo approssimativo di 59 euro.

  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: