Recensione Samsung Galaxy Tab: tastiera software e sistema

Samsung Galaxy Tab

Nuovo appuntamento nel nostro viaggio alla scoperta della galassia, quella del Galaxy Tab. Abbiamo già parlato di alcune caratteristiche come il browser (riguardo al problema dello scrolling non fluido aspettiamo ancora risposta da Samsung per l'aggiornamento ma nel frattempo ho notato che non sempre si manifesta), la batteria, i programmi di Android Market, le ottime performance e la compatibilità con i video e le prestazioni come "telefono".

Tutti i programmi e i software pre-installati e scaricati sono stati eseguiti dal Tab senza problema alcuno e le prestazioni in multitasking si sono rivelate ottime. Nonostante la batteria garantisca una buona durata, sulla schermata principale troviamo un pratico tool che permette di vedere quali programmi sono in esecuzione e quali stanno consumando batteria e memoria, in questo modo possiamo chiudere rapidamente quelli che non ci servono risparmiando energia (si può addirittura scegliere di terminare i processi inattivi o le applicazioni in background con un solo tasto).

Senza andare a cercare nel Market di Android o in quello di Samsung il Galaxy Tab offre di base tutti i programmi di utilità principale. Oltre al gestore delle applicazioni abbiamo la gestione delle mail, il comodo "Daily Briefing" (che mostra meteo, notizie e programma della giornata in base ai nostri calendari), il navigatore e le mappe, la ricerca vocale di Google e la suite office ThinkFree.

L'integrazione a livello di sistema è ottima: se sul browser abbiamo un video di YouTube questo verrà visualizzato nella pagina oppure, cliccandoci sopra, si aprirà la scelta del programma da sfruttare per vederlo a tutto schermo (YouTube o quello dei video preinstallato.

Ben realizzata "Readers Hub", un'applicazione che racchiude notizie, libri e riviste che, al momento, offre solo la libreria di e-book "powered by kobo" in attesa che gli altri due servizi vengano attivati.

Samsung Galaxy Tab
Samsung Galaxy Tab
Samsung Galaxy Tab
Samsung Galaxy Tab

Sempre in tema di integrazione, è onnipresente il sistema di riconoscimento vocale che non va solo a interfacciarsi con la ricerca vocale di Google ma si può utilizzare in tutte le applicazioni per scrivere dettando.

Molto utile per gli sms alla guida, basta cliccare il tasto nella tastiera e parlare. Parlando come si fa di solito la scrittura è priva di errori all'80%, rallentando leggermente la velocità (di poco) si ottengono testi perfetti. Ottima feature ben integrata nel sistema.

Per chi vuole utilizzare la tastiera tradizionale, invece, il Galaxy Tab offre due QWERTY (orizzontale e verticale) che si adattano a seconda del contesto, cambiando alcuni tasti se
ci troviamo nel campo "indirizzo" di una mail, ad esempio.

La QWERTY in modalità è davvero comoda grazie alle dimensioni e al formato di questo tablet. La forma di rettangolo, infatti, ci permette di scrivere sulla tastiera con entrambe le mani ferme ad impugnare il dispositivo, proprio come se scrivessimo su un tastierino telefonico del cellulare sfruttando i due pollici per digitare. Con o senza il sistema di completamento automatico delle parole e correzione, in questa modalità si possono scrivere lunghi testi o mail in poco tempo e senza problemi.

Anche in modalità orizzontale si può scrivere tenendo il tablet e utilizzando i due pollici, ma dovremmo muovere leggermente la mano e alla lunga può risultare scomodo. Sicuramente più consigliabile scrivere con gli indici.

In entrambi i casi la tastiera e il sistema di input in generale ne esce promosso con lode perché offre QWERTY complete e reattive, la possibilità di dettare i testi perfetta per quando si guida e Swype, il sistema di scrittura rapido che si basa su linee tracciate seguendo le lettere che compongono la parola da scrivere, già testato con ottimi risultati su Galaxy S.

Per ora ci fermiamo qui, come al solito siamo a disposizione per chiarire dubbi e rispondere alle vostre domande.

  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: