Egg-Torte: il robot più piccolo e veloce in concorso in Giappone

Ogni anno, gente da tutte le parti del mondo compete per determinare chi costruisce il topo robot più veloce in assoluto. Queste competizioni di Micromouse si svolgono attraverso intricatissimi labirinti, con una prima fase di individuazione del percorso corretto da seguire, quindi una corsa a velocità decisamente sostenute.

Il trentunesimo Japan Micromouse Competition è previsto per il 20 di novembre, ma c'è già un corridore che viene considerato il favorito per la vittoria finale. Nelle recenti finali regionali di Chubu, un costruttore di nome Kato ha messo in gara un topo particolarmente veloce. Soprannominato Egg-Torte, il minuscolo topo (circa la metà degli altri) percorre - come si evince dal video - il labirinto a velocità sperimentali e, a riprova delle sue capacità, ha sbaragliato la concorrenza alle gare regionali.

Lo scorso anno il topo più veloce non ha però vinto a causa di un problema con l'illuminazione sopra il capo, essenziale per guidare correttamente il topo lungo il percorso. Indovinate chi ha costruito il topo...sempre Kato-san. Il ragazzo - perchè di ragazzo si tratta - è decisamente eccezionale: sia a full size (25x25 cm) sia con un topo "half-size" riesce a sbaragliare i concorrenti da due anni a questa parte.


La competizione non misura effettivamente con che velocità il topo riesce a trovare la via d'uscita, ma con che velocità la percorre il labirinto. Il topo ha un certo tempo per trovare il percorso, quindi ha diversi tentativi per raggiungere il tempo migliore. Ci sono infatti spesso false partenze, collisioni, oppure altre problematiche, quindi ci sono più "giri"per i tempi di qualifica.

Avendo modo di esaminare Egg Torte da vicino, si può notare come ciascun elemento sul circuito stampato non sia stato scelto meramente per le sue proprietà elettroniche, ma tenendo conto anche del peso, dell'aerodinamica e del centro di massa. Ed all'interno della struttura del robot sono stati posizionati anche i motori ed i sensori, oltre ai controlli.

Perchè tutta questa attenzione per una competizione così apparentemente insignificante? L'attrattività nei confronti di questa attività è ben più lata rispetto alla semplice gara a quale robot vada più veloce: la competizione è una forma di spinta aggiuntiva al progresso per l'ottimizzazione dei compiti di questi robot, di volta in volta creati per divertimento.

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: