Hybrid BLOBbox: sfida italiana alla web TV di Google

Grazie a TVBLOB e TeleSystem abbiamo potuto vedere la nuova piattaforma per la web TV che vorrebbe rompere le scatole a concorrenti più celebri come Google TV.

Partiamo con alcune considerazioni sulla TV connessa. Oltre ai tablet, il 2010 è l'anno che ha riaperto i giochi per la TV connessa, preparando il campo a un 2011 pieno di battaglie per il controllo del mercato.

La TV connessa, però, non è una novità. Il web è ormai approdato sulle TV da qualche anno e l'ultima IFA di Berlino ha visto sancire un accordo tra alcuni dei principali player (Loewe, Philips e Sharp) per la piattaforma da utilizzare per la connessione a Internet e i widget.

Nonostante la tecnologia sia già presente, il chiacchiericcio sulla web TV è arrivato solamente dopo l'annuncio di Google, pronta a rivoluzionare anche questo settore dopo aver giocato pesante con Android nel mondo dei cellulari e dei tablet.

E' il concetto del cavallo di Troia: per portare nelle case di tutti una nuova tecnologia serve un device fisico che attiri il pubblico di massa. Oggi nessuno (o quasi) compra una TV perché si connette al web ma domani, probabilmente, molti compreranno Google TV o un set top box concorrente per connettersi a Internet.

Questi box, dispositivi in grado di aggiungere funzioni tecnologicamente evolute senza dover cambiare la nostra costosa TV (magari ancora da pagare a rate), potrebbero essere la strada giusta per portare il web sulla TV e, in uno scenario futuristico, il cuore pulsante delle televisioni che avranno un pannello super sottile come monitor e tutto l'hardware in un box a parte per ridurre gli ingombri.

In questo scenario va a inserirsi TVBLOB platform, una piattaforma per la web TV che può essere implementata da diversi box e offre vari servizi e possibilità. Basata su Linux, la TVBLOB ha alcuni pregi secondo i realizzatori: non offre contenuti esclusivi ma liberi e gratuiti e gode di una esperienza nel settore di ben 8 anni (si, hanno iniziato a parlare di web TV 8 anni fa e qui ne avete un esempio).

Il primo modello in arrivo a giorni in Italia è quello di Tele System che integra la piattaforma di TVBLOB in un set top box con decoder digitale terrestre e doppio sintonizzatore per poter registrare un programma e cambiare canale senza problemi o vedere una registrazione mentre la trasmissione è ancora in corso (partenza differita).

Trattandosi di una TV nella quale conferiscono vari contenuti, la piattaforma TVBLOG offre una guida TV completa che si arricchirà di contenuti ufficiali e della community e permetterà varie soluzioni di personalizzazione.

Pensata per essere usata con semplicità, la guida ci restituisce - ad esempio - tutti i programmi della fascia oraria che selezioniamo, così da fornirci subito le risposte ai nostri quesiti. I dati sui programmi sono aggiornabili dalle emittenti, dalle redazioni dei programmi e dagli utenti stessi e molte informazioni vengono prese da Wikipedia così da offrire più dati su film e serie TV.

Ogni notte il nostro box farà una scansione dei programmi del digitale terrestre ma, intelligentemente, aggiungerà quelli nuovi senza stravolgere il nostro ordine personalizzato se ne abbiamo impostato uno.

La web TV di Hybrid BLOBbox permette di andare a visualizzare i servizi più diffusi (YouTube ad esempio) ma anche applicazioni personalizzate come quella di Zafferano TV o come i podcast, ricevuti in modalità push e il cui download è regolato da un gestore di risorse che, se sto facendo streaming ad esempio, limita la banda dei podcast così da permettermi una visione ottimale della web TV.

Oltre a Web TV la piattaforma di TVBLOB integra funzioni di mediacenter con riproduzione di file video, audio e immagini e sfrutta le applicazioni che chiunque può creare e pubblicare gratuitamente: tra queste troviamo Meteo.it, Dada PlayMe, Facebook, Flickr, Wikipedia e persino quella del vostro blog personale se vorrete crearla.

Interessante l'applicazione di Ballarò che mixa TV tradizionale e web splittando lo schermo e mostrando la trasmissione televisiva da una parte e i tweet relativi dall'altra.

TVBLOB e quindi Hybrid BLOBbox supporta tastiere wireless, bridge WiFi o chiavette e a breve potrà essere collegata a una webcam per la videocomunicazione.

La soluzione di Tele Systema (199€) non integra l'hard disk e richiede un hard disk esterno che può essere dedicato in toto al sistema o partizionato. Questo permette di ridurre il prezzo del device (per la questione della tassa ministeriale sulle periferiche di memorizzazione) e di utilizzarne uno che già abbiamo.

Sicuramente lo scenario ci proporrà cambiamenti e novità, soprattutto per il 2011. BLOBbox cerca di ritagliarsi una fetta in questo mercato offrendo tanti servizi in un unico dispositivo che strizza l'occhio anche alle vecchie TV (in Italia abbiamo una base installata enorme che deve essere aggiornata al digitale terrestre) le potenzia permettendo di pensionare il PC, fornisce funzionalità da PC anche a chi non ha dimestichezza con questo strumento e è sia facile da usare che completo e personalizzabile per gli "smanettoni".

Web TV, YouTube, navigazione internet, applicazioni, blog, social network, registrazione su hard disk, giornali online, lettore multimediale per video anche in alta definizione (inclusi MKV) e altro ancora. Questo sono le potenzialità della soluzione di BLOBbox e della web TV in generale, siete pronti per sfruttarle?

  • shares
  • Mail
9 commenti Aggiorna
Ordina: