CEATEC 2010: touchpad sul volante per controllare lo smartphone in macchina

CEATEC alps electric

L'evoluzione dell'utilizzo degli smartphone quando ci si trova alla guida: una strada da provare a percorrere, visto che in media gli utenti non smettono di utilizzare il cellulare anche in macchina, nonostante i pericoli siano ben noti. L'idea che vado a mostrarvi è stata presentata dalla Alps Electric Co Ltd all'evento Ceatec Japan 2010 e si tratta di una nuova interfaccia per le automobili.

L'idea proposta sfrutta un touchpad posto sul volante dell'automobile e un sensore posizionato sotto il sedile del guidatore. Il touchpad può essere utilizzato con un pollice e può controllare uno smartphone opportunamente collegato: il pad sul volante interagisce esattamente come se fosse lo schermo dello smartphone, con il "tap" attivo. Lo smartphone e il volante sono collegati al sistema tramite una interfaccia wireless LAN.

Il controller è a sua volta collegato ad un monitor posto all'interno del veicolo e ad un CAN (car area network), così i dati inviati dallo smartphone possono essere visualizzati sul display e, ad esempio, possiamo controllare l'aria condizionata dell'automobile direttamente dallo smartphone stesso. Alps Electric ha dichiarato:

Noi abbiamo preparato questo tipo di piattaforme, attendendo che uno sviluppatore dalla mente aperta creasse un software per sfruttarle

CEATEC alps electric

La dimostrazione effettuata al CEATEC dalla compagnia ha mostrato come venissero visualizzate sul monitor le liste di brani musicali presenti sullo smartphone, in modo da poterle selezionare e riprodurre direttamente utilizzando il pad sul volante, mentre il passeggero sull'altro sedile cambiava la temperatura del veicolo utilizzando lo smartphone.

Uno dei sensori del sistema dovrebbe trovarsi anche nel tettuccio del veicolo ed è composto da una videocamera stereo che monitora lo stato del passeggero e un sensore di presenza umana che capta i movimenti delle mani. La videocamera è in grado di determinare l'altezza del passeggero sfruttando l'aria inviata dal condizionatore, così da regolare anche l'apertura dell'airbag in funzione della sua posizione. Il sensore di movimento, invece, è stato pensato per precise interazioni: alzando una mano verso il tettuccio è possibile aprire una mappa, ingrandibile e navigabile con il semplice movimento delle mani nel vuoto.

L'interazione sensore-presenza umana può essere anche utilizzato per prevenire i furti: quando viene captata una presenza umana intrusa, la videocamera stereo ne scatta un'immagine. L'idea, ancora molto da perfezionare, può avere sviluppi interessantissimi. Certo, al momento l'estetica dell'automobile ne risente parecchio da quanto vediamo nelle immagini della dimostrazione, ma sono certa sia un aspetto sul quale si lavorerà.

[Via Techon]

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: