Mozilla Seabird: se lo smartphone fosse "open source"

La risposta a dispositivi come l'iPhone o il Samsung Galaxy, potrebbe essere soltanto uno smartphone definitivo, che però dovrebbe anche cambiare nome alla categoria di appartenenza, dando vita a nuove meraviglie elettroniche, sicuramente diverse da quelle del panorama attuale.

Tale Billy May, membro della community dei Mozilla Labs ha elaborato questo splendido concept di "cellulare", ispirandosi alla filosofia open source di Mozilla, ma anche alle esigenze concrete degli utenti, ai desideri che probabilmente diverranno tendenze in futuro, alle tecnologie di ultima generazione, e soprattutto a un'usabilità estrema e appunto definitiva, che nasce dalla fantasia, ma anche dai piccoli problemi pratici quotidiani che i dispositivi hi-tech ci possono procurare.

Si chiama Seabird, è soltanto un concept, ma ciò che suggerisce è sorprendente: i Dual Pico Projectors trasformerebbero le superfici intorno al Seabird in aree di interazione touch, con immagini, tastiere e anche con uno schermo "virtuale", che permetterebbe di utilizzare il cellulare esattamente come un computer desktop in qualunque luogo ci si trovi.

Non finisce qua: il Seabird teorizzerebbe una ricarica della batteria wireless, una dongle staccabile da utilizzare come auricolare bluetooth (comodissimo da riporre "dentro" al telefono) oppure come dispositivo di interazione 3d col telefono, una fotocamera da 8 megapixel e un design sinuoso e leggero.

Il concept di Billy May non rappresenta nessun progetto ufficiale di Mozilla, purtroppo. Ma soltanto guardando il video, il Seabird si è trasformando in un mio esplicito oggetto del desiderio. Non vorreste anche voi metterci le mani sopra?!? Chissà se potremo farlo in un futuro che non contempli almeno 10 anni di attesa...

[Via MozillaLabs]

  • shares
  • Mail
11 commenti Aggiorna
Ordina: