IFA 2010: Sony promuove la convergenza tra Internet e TV

Sony convergenza tra Internet e TV

All'IFA 2010 di Berlino Sony ha mostrato due innovative soluzioni che mettono in contatto il tradizionale mondo della televisione con le potenzialità offerte dalla rete.

Sony Internet TV powered by Google TV e Sony Video On Demand powered by Qriocity sono le due proposte Sony per la televisone del futuro destinate rispettivamente ad un pubblico di giovani cresciuti a pane ed Internet e ad un pubblico più maturo con meno dimestichezza con la rete.

Sony Internet TV è il primo televisore al mondo ad adottare la piattaforma Google TV basata sull'architettura hardware di Intel e sul browser Chrome.

Sony convergenza tra Internet e TV
Sony convergenza tra Internet e TV
Sony convergenza tra Internet e TV
Sony convergenza tra Internet e TV
Sony convergenza tra Internet e TV
Sony convergenza tra Internet e TV
Sony convergenza tra Internet e TV

La Internet TV si guarda come una normale televisione, ma aggiunge la possibilità di ricercare altri programmi ed altri canali in onda, ricercare trasmissioni future e registrarle automaticamente o ancora ricercare i contenuti registrati su un videoregistratore digitale.

Con il semplice tocco di un bottone è possibile attivare la navigazione sul web mentre il programma televisivo viene riprodotto in una piccola finestra dello schermo, così se all'improvviso vi viene voglia di chattare con qualche amico per commentare la partita che state guardando potrete farlo senza perdervi nessuna azione di gioco.

Se ad un certo punto il programma televisivo parla di un posto o di una località e siete curiosi di sapere dove si trova, basta effettuare una ricerca con Google Maps e sullo schermo viene mostrata la mappa della zona d'interesse.

Naturalmente è possibile visualizzare i video disponibili on-line come quelli caricati su YouTube o simili, con questo prodotto però la TV non è più solo video, ma anche un sistema di intrattenimento che permette di accedere al web per condividere foto o ascoltare musica, inoltre sarà possibile scaricare numerose applicazioni che saranno rese disponibili, così il televisore potrà evolvere per venire incontro alle esigenze di tutti.

La schermata principale può essere personalizzata inserendo i bookmark ai canali TV o ai siti web preferiti. Il sistema è in grado di eseguire molteplici compiti contemporaneamente, basta semplicemente accedere alla lista delle attività in corso e selezionare quella desiderata per visualizzare il contenuto sullo schermo.

Il Video On Demand invece sfrutta la rete per diffondere film e musica direattamente in streaming.

Il sistema è stato pensato per adattare il bitrate in funzione della larghezza di banda disponibile e garantire sempre la massima definizione possibile.
I tecnici di Sony affermano che con una banda inferiore ad 1 Mbit/s si possono ricevere in streaming trasmissioni in definizione standard senza problemi, mentre per le trasmissioni in alta definizione sarebbero necissari oltre 4 Mbit/s, ma già con 2.5 Mbit/s è possibile ricevere trasmissioni di ottima qualità, fluide e prive di scatti, tipico problema delle piattaforme di streaming.

Per quanto riguarda i contenuti la musica verrà offerta con un abbonamento flat senza limiti, mentre per i film è prevista una modalità pay per view, con prezzi ancora tutti da definire.

Questo sistema sarà integrato in alcuni televisori Sony Bravia, su alcuni lettori Blu-Ray e sulla PlayStation 3 con un'interfaccia grafica molto intuitiva ed accattivante.

Sony lancerà Internet TV e Video On Demand negli Stati Uniti entro la fine dell'anno e successivamente approderanno anche in Europa.

  • shares
  • Mail
4 commenti Aggiorna
Ordina: