Lenovo Flex 10 porta Bay Trail-T su un ultra-portatile da 10"

Lenovo lancia il Flex 10: un mini-laptop Bay Trail-T in formato "dual-mode" che riprende la modalità piedistallo della famiglia Yoga.

Lenovo Flex 10

Bay Trail-T inizia pian piano a farsi strada anche nei laptop tradizionali non ibridati col formato tablet, e uno dei primi portatili ad equipaggiarlo è il Flex 10 di Lenovo, una sorta di post-netbook moderno rivolto a chi ha bisogno di una tastiera fissa per rendere più agevole l'input testuale.

Nonostante il formato tradizionale, il Flex 10 viene pubblicizzato come un "laptop dual-mode" capace di sdoppiarsi in una modalità in cui la tastiera viene ribaltata di 300° dietro lo schermo per fare da piedistallo alla modalità tablet. Non abbiamo la flessibilità estrema della famiglia Yoga dove la cerniera si ribalta di 360°, ma è in ogni caso un'aggiunta interessante.

Il formato è quello dei primi netbook minuscoli, solo 10,1", ed è quindi indicato a chi ha bisogno di massima portabilità senza addentrarsi nel territorio Ultrabook (piuttosto ostico per il portafogli...). Pesi e ingombri sono buoni: 17mm di spessore massimo per 1,2Kg di peso, ma l'ampiezza totale del laptop è tale che poteva contenere uno schermo più grande, forse anche da 11,6".

Un post-netbook con Bay Trail-T, incognita sul prezzo

Le configurazioni variano su un range di quattro CPU Bay Trail-T, questa volta non sotto il brand Atom ma sotto i marchi Celeron e Pentium, sia in versione dual che quad-core. Lo schermo naturalmente è multi-touch, con 10 punti di contatto e una risoluzione di 1366x768. Per quanto riguarda la memoria abbiamo una scelta di 2 o 4GB, mentre c'è una sola possibilità per lo storage che è di 500GB su hard disk meccanico.

A bordo troviamo poi USB 3.0 e 2.0, HDMI, Bluetooth 4. Wi-Fi e webcam 720p. Per saperne di più su prezzo e disponibilità ci sarà da aspettare ancora un po', ma c'è chi parla di un prezzo di circa 550$. Decisamente troppo per una macchina di questo tipo.

Via | Lenovo

  • shares
  • Mail