Dell XPS Sputnik 3, ultrabook Ubuntu Linux. A bordo display 13.3" touch e Haswell

Dell aggiorna il suo progetto pilota su Ubuntu, "Sputnik", con una nuova generazione di laptop compatti basati sulla scocca dell'XPS 13, il modello di ultrabook lanciato più di un anno fa.

Non sappiamo bene perché Dell rifiuti il termine Ultrabook al suo Dell XPS Sputnik 3, terzo modello di una generazione di “prototipi in commercio” di laptop compatti, touch, in tutto e per tutto simili ai suoi più regolari XPS 13 che impiegavano Windows 8.

La differenza fondamentale con questi ultimi è ovviamente il sistema operativo, che è Ubuntu Linux, in questo caso coadiuvato dalla presenza di un processore Haswell di ultimissima generazione. Il “vecchio” XPS 13 è stato aggiornato apposta per questa versione, con un nuovo display touch.

Il nuovo Sputnik 3 è in vendita da adesso negli USA (da noi arriva ai primi di dicembre) ed è (come tutta la gamma Sputink) rivolto agli sviluppatori web e ai coder, non al regolare pubblico consumer.

Come è fatto


Conosciamo bene la scocca del Dell XPS 13, anche perché è stato uno degli ultrabook di prima generazione più visti. Le componenti interne, tuttavia, sono nuove, non certo fondi di magazzino.

Il prezzo parte da $1250, ma si può assemblare un sistema con performance più elevate (fondamentalmente, un processore i7 invece di un Core i5 e una SSD di dimensioni maggiori). Dell ritiene che la versione “potenziata” sia quella principale, in effetti. Costa $1550.

In tutti i casi lo Sputnik 3 è dotato dei driver necessari a far funzionare senza intoppi ogni singola componente hardware di bordo, risolvendo così una delle preoccupazioni maggiori di chi è indeciso sul passaggio a Linux. Inutile dire che questi timori sono molto spesso sopravvalutati.

Scheda Tecnica



  • Peso: 1,4kg
  • Display: 13.3” 1080p touch
  • Batteria: 8,5 ore
  • Processore: Intel Haswell Core i5 o i7
  • GPU: Intel HD 4440 o Intel HD 5000
  • RAM: 8GB
  • Spazio di Archiviazione: 128GB SSD; opzionale 256GB SSD
  • Sistema Operativo: Ubuntu 12.04 LTS
  • Connettività: Wi-Fi 802.11ac, Bluetooth 4.0

Ubuntu arriva anche sulle workstation


Evidentemente soddisfatta dalla performance commerciale dello Sputnik, Dell sta studiando anche un modello del suo “workhorse” Dell Precision M3800, un fratello maggiore con un sistema molto più potente e pensato apposta per sviluppatori con un lavoro esigente.

Questa workstation ha 16GB, un display full-size, capacità di contenere vasti spazi di archiviazione e non deve rinunciare al potere di calcolo a favore di compattezza e batteria. Il modello che al momento sta venendo studiato dal team dello Sputnik è quello più recente della gamma Precision, e non c’è ancora una data d’uscita ufficiale. Però se uno sviluppatore volesse metter le mano su un M3800 scoprirebbe che la versione di Ubuntu pensata per l’ultrabook funzionerebbe molto bene anche sul Precision, visto che si è già fatta gran parte del lavoro necessario di adattamento dei driver.

Via | Barton's Blog

  • shares
  • Mail