Apple TV, l'uscita slitta a causa di iWatch

L'uscita di Apple TV slitta oltre la metà del 2014: ecco il motivo della decisione di Apple

foto apple tvApple TV è sicuramente un prodotto di nicchia, visto che il prezzo lo rende poco accessibile a tutti i consumatori. Questo non vuol dire, però, che sia un device cui la compagnia guarda con attenzione: il punto di forza di Apple TV è sempre stato quello di porsi come alternativo a tutti gli altri dispositivi presenti sul mercato, non tanto in termini hardware quanto in termini software (e questo dovrebbe essere indiscutibile).

Ecco perché non facciamo fatica a credere alle ultime indiscrezioni sul conto del televisore: da tempo si parlava dell'uscita di Apple TV, ma sembra che il dispositivo non è più prioritario per Cupertino, per diversi motivi; il primo riguarda quanto vi abbiamo già accennato: la Mela Morsicata non ha ancora trovato un modo per offrire feature alternative e interessanti all'utenza, che le permettano, insomma, di distinguere il proprio televisore da quelli già presenti sul mercato.

Paul Gagnon, direttore delle ricerche di DisplaySearch per il Nord America, ha poi spiegato che Apple non intende rilasciare il televisore nella seconda metà del 2014, perché iWatch starebbe richiedendo più tempo del previsto ed è normale che l'orologio meriti qualche attenzione in più: sappiamo bene che, per diversi analisti, le tecnologie indossabili sono il futuro del mercato tecnologico e, visto che Samsung ha già lanciato il suo dispositivo, Apple non può perdere assolutamente altro tempo.

Sempre le indiscrezioni, comunque, vogliono che arrivi una rinnovata Apple TV nel 2014, con nuovo hardware e funzionalità: una sorta di modello intermedio tra il vecchio e il nuovo.

  • shares
  • Mail