Skullcandy Air Raid, uno speaker Bluetooth ruggedizzato e rumoroso

Skullcandy presenta il suo primo speaker wireless per il segmento mobile: design ruggedizzato e volumi da record per il segmento.

Skullcandy Air Raid

C'è un nuovo speaker wireless sul mercato, questa volta da Skullcandy. Il modello si chiama Air Raid e viene annunciato oggi con un comunicato che spinge sulle sue caratteristiche rugged, evidenti già da una prima occhiata. Ma non è la sua unica caratteristica chiave: Skullcandy promette anche un volume massimo di gran lunga superiore ai suoi concorrenti.

Il formato dello speaker è simile al Jambox standard di Jawbone (ma non il modello Mini) e può essere trasportato e messo in funzione praticamente ovunque grazie alla batteria ricaricabile che offre fino a 14 ore di autonomia. Il protocollo di trasmissioni dati è Bluetooth, ha un range massimo di 10 metri e anche se per il momento non viene specificato c'è da aspettarsi compatibilità totale sia verso Android che iOS.

Un look da sirena anti-raid aereo

L'estetica riprende il nome: qualcosa tra l'industriale e il mondo militare (Air Raid non a casa fa riferimento alla sirena dei raid aerei...), e promette doti ruggedizzate "a prova di birra, condizioni meteo, spiaggia e di caduta" grazie alle piastre in acciaio e i rinforzi siliconati. L'interfaccia è ridotta all'osso: abbiamo un LED bianco, pulsante di on-off e due grossi "+ e -" per regolare il volume, come sul Jambox.

All'interno troviamo due altoparlanti da 50mm, che per Skullcandy riescono a fornire un suono fino al 50% più potente rispetto agli altri speaker wireless, e tutto questo senza distorsioni. Sarà vero? Skullcandy Air Raid sarà disponibile a partire dal 15 novembre a un prezzo di 150$.

Via | Skullcandy

  • shares
  • Mail