HTC non ha futuro, previsioni negative sui prossimi risultati economici

Il prossimo trimestre di HTC sarà disastroso, secondo gli analisti: ecco perché

foto htc Le previsioni sul futuro di HTC sono decisamente negative: non bastavano quelle di Morgan Stanley, che ha tracciato un quado disastroso per l'ultimo trimestre del 2013, visto che si sono aggiunte quelle di Nomura Securities ad aggravare il bilancio sulle performance aziendali di fine anno. Il problema starebbe tutto nell'impossibilità di guadagnare terreno nei mercati emergenti con i prodotti che sono in via di sviluppo (non solo nuovi smartphone, ma anche tablet e dispositivi indossabili).

Nomura Securities sembra sicurissima delle dichiarazioni rilasciate: la contrazione delle consegne rispetto al trimestre appena passato - che comunque non è stato negativo - dovrebbe essere pari al 34%; queste previsioni dipenderebbero essenzialmente da un presunto fallimento nel mercato dei dispositivi di fascia media e bassa, molto apprezzati nei mercati emergenti (da cosa dipenderebbe questo fallimento, però, non è stato spiegato):

"Rileviamo - queste, le parole dell'azienda - poche opportunità di crescita per HTC nei mercati emergenti, che rappresenteranno un importante elemento di sviluppo del mercato smartphone globale nel 2014”.

Lo scenario brevemente tracciato dalla società di analisi è molto chiaro: i costi elevati impedirebbero di ottenere buoni profitti, quindi precluderebbero investimenti consistenti nel settore della ricerca e dello sviluppo, vitali, ovviamente, per porsi come alternative concrete a tutti i concorrenti. A questo, poi, dovete aggiungere che guardano con interesse i mercati emergenti (India, Brasile etc) non solo Apple, che continuerà a proporre comunque dispositivi di fascia alta, ma pure Samsung e il resto delle aziende principali del mercato: la situazione, insomma, non è facilissima. Secondo voi, si tratta del solito catastrofismo degli analisti o le previsioni sono verosimili?

  • shares
  • Mail