HTC One Max, recensioni pessime per il lettore di impronte digitali

Recensioni davvero pessime per il lettore di impronte digitali di HTC One Max: ecco perché

foto htc one max Le prime recensioni di HTC One Max sono a dir poco pessime: non parliamo delle specifiche tecniche o delle feature del phablet dei taiwanesi, bensì di un suo particolare aspetto, vale a dire del lettore di impronte digitali, che proprio non è piaciuto alla stampa internazionale: vediamo le critiche di The Verge come esempio, ma ad aver criticato la trovata di HTC sono stati molti altri.

Tutto dipende da un lettore di impronte digitali che appare certe volte inutile e certe volte molto complesso nei suoi meccanismi (quando funziona): The Verge scrive che la scansione dell'impronta avviene facendo scorrere il dito verticalmente sul sensore, operazione che - secondo la redazione - sarebbe non soltanto scomoda ma anche non altrettanto funzionante; si legge, in efetti, che il riconoscimento non avviene sempre e che, essendo lo scanner posizionato vicino al sensore fotografico, quest'ultimo viene unto e sporcato di continuo.

Come se non bastasse, anche l'uso dello scanner è scomodo e complicato: i passaggi sono due, uno in più rispetto al Touch ID di Apple, compagnia che ha reso la vita dell'utente più semplice, pur non garantendo il massimo della sicurezza (motivo che - come ben sapete - ha spinto Samsung a rivolgersi ad altri team, per cercare di proporre una tecnologia non solo all'avanguardia ma anche meno rischiosa).

Non abbiamo avuto modo di provare HTC One Max, ma le fonti sono molte e sono pure completamente attendibili: forse i taiwanesi avrebbero fatto meglio a dedicarsi a potenziare tecnologie che conoscevano bene, piuttosto che allo sviluppo approssimativo di una tecnologia nuova e neanche molto importante...

  • shares
  • Mail