TechCrunch Italy 2013, servizi e app innovative per l'ecosostenibilità tra le 200 della Startup Competition

Abbiamo scelto dalla rosa dei 200 partecipanti al TechCrunch Italy 2013 alcune delle app e dei servizi più invitanti dedicati all'ecosostenibilità.

galleria app e servizi ecosostenibili

Il TechCrunch Italy 2013 è alle porte: al MAXXI di Roma potremo vedere il 26 e 27 settembre i keynote, pannelli e tavole rotonde animate dagli incredibili ospiti che Populis e TechCrunch hanno radunato per fare il punto sulla situazione della scena startup italiana e internazionale.

Non meno importante sarà anche la Startup Competition, durante la quale si sfideranno sul palco del Museo romano gli otto finalisti, selezionati rigorosamente tra 200 partecipanti che avranno pochi minuti per proporre il proprio pitch di fronte ad un pannello di venture capitalist, giornalisti del settore, super-esperti e imprenditori di successo.

Noi non siamo dei giudici altrettanti qualificati e autorevoli, ma abbiamo voluto selezionare alcune delle idee più innovative e interessanti nel campo del lavoro, delle passioni e dei viaggi/taxi. Oggi è il turno dell'ecosostenibilità, quindi passiamo subito al sodo!

AL.va


galleria app e servizi ecosostenibili

AL.va è una startup che nasce dal desiderio di sfruttare un parco macchine di golf kart dismessi, rimessi a nuovo e rielaborati grande a un eccezionale know how del “settore del freddo”: ora sono carretti del gelato a trazione elettrica, completamente green e capaci di raggiungere qualsiasi zona a traffico limitato e pedonale.

Niente emissioni, costi di gestione estremamente limitati sono sia rivolti a chi inizia la propria carriera di professionista del gelato con pochi fondi ma con tanta voglia di lavorare che alla grande industria alla ricerca di un mezzo nuovo per la distribuzione al pubblico.

GreenApes


galleria app e servizi ecosostenibili
GreenApes

è una piattaforma per il calcolo della carbon footprint dei suoi utenti. Ci sono molti “calcolatori” che consentono tale operazione, ma GreenApes consente di stimare il proprio impatto ambientale in modo positivo e poco macchinoso, senza stupidi sensi di colpa.

L’utente è motivato a interagire con la community e a migliorare la carbon footprint tramite dinamiche di gioco, monitorando i progressi compiuti.

L’idea è di creare un social network sbarazzino e divertente, che può anche essere abbracciato da aziende che intendono diventare green e “convertire” i propri dipendenti in modo indolore.

  • shares
  • Mail