Intel presenta Bay Trail, processori per tablet e altri device mobile

Intel presenta Bay Trail: non sono più i vecchi Atom di una volta, ora è difficile pensare a loro come "economici"

Intel ha presentato il proprio piano di espansione nel mondo mobile, di cui sono protagonisti i processori Bay Trail. Si tratta di processori a bassissimo consumo energetico che potranno pavimentare la lunga, difficile strada che finalmente ci ha portato ai piccoli tablet Windows 8.1.

Molto generosi con le batterie, i processori Bay Trail Atom sono stati costruiti proprio con questo genere di prodotto in mente - Il mercato mobile aspetta l’ingresso di una rivoluzione nel campo mobile e Intel cercava proprio un’apertura per strappare le chiavi del regno ai processori di tipo ARM. Staremo a vedere se ci troviamo di fronte al cavallo vincente.

Bay Trail: Il futuro è mobile



I SoC "Bay Trail Atom" Z3000 sono dei processori multi core progettati per consumare poco, pur essendo molto più potenti dei loro predecessori.

La tecnologia a 22 nm Silvermont tri-gate ha consentito di dare vita a delle unità straordinariamente veloci, perfette per tablet, ibridi, PC AiO e altri notebook di piccole dimensioni o economici. Il mondo delle alte prestazioni, invece, è chiaramente dominato dai processori Core “Haswell”.

Finora Intel non aveva ancora affrontato il mondo difficile e competitivo dei processori multi-core per dispositivi mobile e portatili. Scopriremo con il passare delle settimane se questi sforzi hanno ripagato la corporation man mano che i benchmark ci daranno modo di capire se davvero sono in gradi di polverizzare la concorrenza e consentire una durata della batteria migliore.

Broadwell, i successori di Haswell



Intel ha guardato troppo a lungo al mercato dei PC e ha finora giocato sulla difensiva per quanto riguarda smartphone, tablet e compagnia bella.

I processori Bay Trail Atom e i nuovi processori Quark sono certamente la via del futuro. Durante il keynote del proprio Intel Developer Forum di ieri, sono stati presentate alcune idee eccezionali.

Tra di essi certamente spiccava molto il primo ultrabook senza ventole di Intel, dotato di un SoC a bassissimo consumo con un prototipo delle future CPU Broadwell da 14nm, che altro non sono che il prossimo passo avanti della tecnologia Haswell recentemente introdotta quest’anno.

Assieme a Broadwell sono stati anche presentati alcuni interessanti modelli di smartwatch e altra tecnologia indossabile, per la prima volta caratterizzata dal marchietto "Intel Inside”. Il futuro si sta rivelando parecchio interessante.

Via | Cartella Stampa Intel

  • shares
  • Mail