Garmin Edge Touring e Garmin Edge Touring Plus per scoprire nuove strade tutte da pedalare

La linea Garmin Edge è da anni piuttosto famosa tra i ciclisti che vogliono sapere dove stanno andando, quanto veloce e quanto lontano.

I due nuovi membri della famiglia si chiamano Garmin Edge Touring e Garmin Edge Touring Plus, e sono entrambi progettati per la navigazione a qualsiasi lungo raggio - Lunghe pedalate, insomma, viaggi, scoperte e itinerari interessanti per una casa che oggi più di ieri va a caccia di innovazione e nuovi mercati.

I due navigatori sono entrambi già predisposti con una buona quantità di percorsi studiati apposta per le biciclette e sono capaci di pianificare anche il ritorno per strade alternative - A nessuno piace pedalare indietro dalla stessa parte da cui si è venuti.

Il calcolo andata/ritorno funziona così: il ciclista inserisce la distanza che vuole pedalare, il Garmin seleziona dei percorsi da scegliere. Tutti e due i modelli sono compatibili con Garmin Connect e Garmin Adventures per godere dei materiali e contenuti degli altri amici e utenti e possono scaricare nuove mappe.

Le due unità sono dotate di uno schermo da 2.6” con interfaccia touch sensibile alle mani guantate, sono rugged e resistenti all’acqua. Pesano meno di un etto e si possono installare su qualsiasi manubrio. La durata della batteria si dovrebbe aggirare sulle 17 ore, aggiungendone altre 20 se abbiamo il pack aggiuntivo a energia solare.

Differenze tra due modelli molto simili



Il modello Garmin Edge Touring offre la navigazione turn-by-turn per non perdersi mai, e dispone di una modalità Touring, Cycling e Mountain Bike per aiutare l’utente a scegliere il tipo di percorso più adatto alle proprie esigenze ciclistiche.

Il più performante Garmin Edge Touring Plus aggiunge il supporto per i cardio-frequenzimetri ANT+ e l’altimetro con barometro. I prezzi non sono molto lontani, parliamo di €250 per il Touring, €300 per il Touring Plus.

Via | Wall Street Journal

  • shares
  • Mail