Le Nazioni Unite danno l'allarme per l'E-waste

E-waste

Il progresso tecnologico ha portato molti vantaggi per l'ambiente, come la riduzione del consumo di carta, l'ottimizzazione dei trasporti, la dematerializzazione di molti supporti come i DVD. Dall'altro lato della medaglia, però, abbiamo un nemico molto pericoloso: l'e-waste, l'inquinamento generato dai dispositivi elettronici non utilizzati e mandati in discarica.

In base a un rapporto dell'UNEP (United Nations Environment Programme), l'e-wast cresce a ritmi esponenziali. Entro il 2020 potrebbe crescere del 500% riempendo le discariche di prodotti nocivi contenuti negli elettrodomestici e computer. I paesi maggiormente a rischio sono Cina, India e Africa. L'UNEP chiede programmi di smaltimento da parte dei produttori. Molti brand illustri, come Nokia e Apple, attuano già questo tipo di politiche.

Sarebbe opportuni informarsi sui piani di recupero e smaltimento dei gadget tecnologici quando effettuiamo un acquisto.

[via un.org]

  • shares
  • Mail