Samsung Ativ Q, rinviato l'avvento a causa di una violazione di brevetto

Samsung ritira dal proprio catalogo il tablet ibrido con doppio sistema operativo Android e Windows 8, Samsung Ativ Q. Secondo alcune informazioni riportate da una testata coreana il motivo sarebbe la violazione di brevetto.



Uno dei più interessanti dispositivi presentati quest’anno, ma non ancora messi in commercio, è stato ritirato dal fronte e potrebbe venire a mancare per lungo tempo o definitivamente. Samsung ha presentato l’Ativ Q durante l’evento stampa Samsung Premiere 2013 svoltosi a Londra a fine Giugno e durante il quale sono stati annunciati nuovi dispositivi Galaxy nonché rinfrescata, appunto, la line-up Ativ.

L’Ativ Q è un dispositivo notevole in diversi modi. Si presenta come un tablet con un display da 13 pollici capace di un’impressionante risoluzione di 3200×1800 ed una densità di 275ppi dietro al quale è alloggiata una tastiera fisica estraibile. Il tablet ibrido è anche dotato di uno dei processori di nuova generazione Intel, gli Haswell, 4GB di RAM ed una memoria SSD da 256GB.

Guai con alcuni brevetti?


Il vero punto di forza dell’Ativ Q è la presenza di un doppio sistema operativo, Android 4.2 e Windows 8 che è possibile lanciare ed utilizzare contemporaneamente, passando con tranquillità dall’uno all’altro senza necessità di reboot.

Potrebbe essere proprio questa caratteristica la causa dell’intoppo incontrato da Samsung o almeno così cita la pubblicazione della testata coreana Naver. Non ci sono dettagli su quali siano specificamente i brevetti violati dall’Ativ Q né comunicazioni ufficiali di Samsung ma è vero che la compagnia coreana ha fatto sparire l’Ativ Q dai propri portali.

Attendiamo ulteriori notizie per scoprire quali parti di questa notizia siano attendibili e cosa succederà all’Ativ Q ed ai preordini già partiti e che per il momento sono stati cancellati.

Via | Phonearena.com

  • shares
  • Mail