Wacom Cintiq Companion, ecco i "creative tablet" con Windows 8 e Android per i pro

Le tavolette grafiche professionali di Wacom diventano due sistemi tablet "standalone" con hardware x86 (Windows 8) e ARM (Android 4.2).

Cintiq Wacom Companion

Wacom ha annunciato due nuovi prodotti della famiglia Cintiq che segnano una deviazione importante nel corso dell'azienda, che fino ad oggi non aveva ancora messo sul mercato dei prodotti capaci di funzionare in modo indipendente da un computer. Cintiq Companion e Companion Hybrid sono di fatto due tablet che fondono le tecnologie Cintiq con un hardware di derivazione PC da un lato e ARM dall'altro, rispettivamente basati su Windows 8 e Android.

Le due Companion ereditano entrambe funzionalità già viste sulla Cintiq 13HD o la Cintiq 22HD Touch ma l'hardware interno cambia radicalmente l'uso e le possibilità, che nella versione Android diventa addirittura ibrido, e cioè capace di funzionare sia come tavoletta grafica standalone che collegata a un computer esterno.

L'hardware interno della Cintiq Companion fa affidamento a un Intel Core i7-3517U da 1,9GHz, un dual-core Sandy Bridge di terza generazione (perchè non Haswell...?) in versione mobile già visto su molti Ultrabook della stagione passata. La GPU utilizzata è quella interna, una HD 4000, affiancata da 8GB di DDR3 non espandibile e fino a 512GB di storage su SSD. Lo schermo è un 13,3" 1080p IPS con supporto agli input multi-touch e Pro Pen con 2048 punti di pressione.

Non manca nemmeno uno stand regolabile e rimovibile, in modo da poter usare la "creative tablet" sia su un piano che come un tablet puro quando ci si trova lontani dalla presa di corrente.

Il display e il sistema di input rimane sostanzialmente invariato anche sulla Companion Hybrid, che però cambia totalmente sul fronte hardware. Il sistema qui è alimentato dal recente quad-core Tegra 4 di Nvidia, affiancato da 2GB di DDR3 e fino a 32GB di storage. L'OS scelto per questa versione ARM è Android 4.2, su cui gira la suit di software Wacom Creative Canvas. Il passaggio alla modalità ibrida (o meglio passiva, cioè come tavoletta grafica) è agevolata da un cavo tre in uno, che ingloba il traffico dati USB, quello video su HDMI e una presa di alimentazione.

La vesione Android sarà la prima ad arrivare sul mercato (si parla di settembre per il mercato USA) e per l'Italia i costi partiranno da 1400€ per la versione da 16GB. Più costosa la versione Windows 8, che arriverà a ottobre e partirà da 1899€ per la versione con SSD da 256GB.

Via | Wacom (cartella stampa)

  • shares
  • Mail