Makerbot Digitizer, uno scanner 3D pronto alla sbarco sul mercato

Pochi mesi fa vi avevamo parlato del progetto di MakerBot per uno scanner 3D capace di soddisfare al meglio le esigenze della modernità.

Ora quello strumento, battezzato Digitizer, si avvicina alla commercializzazione. Il produttore fa sapere che la versione finale del dispositivo sarà disponibile la prossima settimana.

Due laser

Grazie a una videocamera e a due laser, questo scanner riesce a leggere la fisionomia degli oggetti da duplicare, per dar vita a copie perfette con un’adeguata stampante tridimensionale.

Tra i suoi punti di forza spiccano le dimensioni compatte e il prezzo accessibile, che ne agevolerà la diffusione. Per averlo ci vorranno infatti 399 dollari.

Il primo laser di cui è dotato il Digitizer viene utilizzato per la scansione generale e “ruvida”, il secondo riempie l’acquisizione con le parti mancanti e i dettagli. Uno dei suoi pregi è la capacità di cambiare istantaneamente la scala del modello, senza perdita dei dettagli.

Efficienza e compattezza

Con questo strumento, MakerBot propone un gadget in grado di automatizzare riproduzioni di oggetti reali, scansionati con le sue tecnologie. L’accoppiata con le stampanti 3D può dare una nuova dimensione alla creatività delle piccole imprese che non possono farsi carico di complessi macchinari per piccoli volumi produttivi, sviluppati anche al solo scopo di sondare gli umori del mercato.

Quando i prezzi diventeranno più accessibili è facile pronosticare un successo anche fra i normali clienti, che potranno svilupparsi degli oggetti su misura. Sul piano tecnico, per la stampa 3D è necessario l’uso di alcune basi di modellazione, per stabilire una rappresentazione digitale del pezzo da stampare. MakerBot, con il suo nuovo scanner, promette una riproduzione più facile e conveniente degli oggetti da tradurre in materia. E’ sufficiente predisporre il modello per consentire al dispositivo di interpretarne i volumi, nei minimi dettagli, attraverso telecamere e laser, che permettono di rilevare perfettamente le geografie stilistiche, da replicare poi con la stampante tridimensionale.

Via | Generation-nt.com

  • shares
  • Mail