Google di nuovo in tilt dopo il 2009, quattro minuti di panico per il web

Google va in tilt per cinque minuti, perde oltre 400mila euro e scatena il panico tra gli utenti: il racconto di una notte da dimenticare

Foto Google Il primo tilt di Google è avven uto nel 2009: furono circa cinquantacinque minuti di panico che causarono all'azienda grosse perdite e scatenarono il panico tra gli utenti. Sicuramente niente di paragonabile - almeno secondo noi - a quanto accaduto nella giornata di venerdì, quando Google, pur essendo crollato per soli cinque minuti, avrà fatto preoccupare senz'altro più persone; negli anni, infatti, non è aumentata solo l'utenza ma anche la dipendenza del consumatore dalla rete. Immaginate soltanto, per farvi un esempio, la reazione di tutte le aziende che gestiscono blog e siti internet di vario genere...

Ma cosa è successo esattamente? Alle 0.52 (ora italiana) di venerdì sono risultati fuori uso fino alle 0.56 Gmail e Google Drive, il calendario di Google; Google Maps e Blogger; ma è soprattutto il mancato funzionamento del search engine ad aver preoccupato l'utenza. Google è intervenuto sulla faccenda, prima parlando soltanto del cattivo funzionamento di Gmail:

"Siamo a conoscenza di un problema con Gmail che colpisce un sottoinsieme significativo di utenti. Gli utenti interessati sono in grado di accedere a Gmail, ma stiamo vedendo i messaggi di errore e/o altri comportamenti imprevisti".

Subito dopo, però, anche se non ha fornito tutti i dettagli del caso, ha spiegato che la situazione era diventata piuttosto critica:

"Dal 50% al 70% delle richieste di connessione a Google ha riscontrato errori, il servizio è stato ripristinato un minuto dopo, ed è stato interamente risolto dopo quattro minuti".

Quali danni per Google?

Il crollo di Google ha fatto diminuire il 40% del traffico web mondiale e ha causato, ovviamente, numerosi danni all'azienda: è difficile fare una stima precisa di quanto l'impresa non ha guadagnato a causa di questo inconveniente, ma grazie a Venturebeat qualche calcolo è possibile; siamo a conoscenza del fatto che Google guadagna 108mila dollari al minuto: se li moltiplicate per cinque, arrivate a 545mila dollari, vale a dire a 408mila euro. Non immaginiamo cosa sarebbe successo, se i cinque minuti fossero stati i cinquantacinque di tanti anni fa...

Via | Venturebeat

  • shares
  • Mail