Google Glass versione consumer a prezzi popolari? Per il China Post debutterà a 300$

Per il Topology Research Institute di Taiwan l'occhiale a proiezione HUD di Google potrebbe debuttare sul mercato con un costo paragonabile a quello degli smartphone e tablet a marchio Nexus.

Google Glass

Tutti i dispositivi a marchio Nexus sono apparsi sul mercato con prezzi tutto sommato popolari, senza mai mirare ai vertici dei segmenti smartphone e tablet. Un obbiettivo che Google potrebbe replicare anche per i suoi Google Glass, attualmente venduto a 1500$ nella sua versione beta per sviluppatori e curiosi, ma che debutterà nel 2014 ad un prezzo che ha più volte definito "significativamente più economico".

Ma quanto più economico? Il China Post si sbilancia e ipotizza 300$, un prezzo a cavallo tra i due Nexus 7 2013 da 32GB ed LTE prodotti da Asus, oppure esattamente il costo del Nexus 4 da 8GB prodotto da LG. La cifra è una stima di un istituto di ricerca di Taiwan (Topology Research Institute), e si basa su un calcolo approssimativo dell'eventuale costo dei materiali (la cosidetta BOL, bill of materials) che vede nello schermo a proiezione il suo componente più costoso.

Lo schermo Himax è il componente più costoso

Prisma, proiettore e logica di controllo sono gli elementi più caro di tutto il dispositivo, con un prezzo compreso tra i 30 e i 35$ per unità. Lo schermo è realizzato da Himax Display, un'azienda di cui Mountain View ha da poco acquisito una percentuale di azioni pari al 6,3%, ma che potrebbe presto crescere a quota 8,5%.

La previsione sul prezzo di Glass è piuttosto ottimistica, ma lo sono quelle sulla crescita del mercato relativa all'intero segmento degli occhiali smart, che Topology prevede potrebbe crescere dagli attuali 1,2 miliardi di dollari fino a ben 18,3 miliardi nel 2018.

A quella cifra ci si arriverà gradualmente, partendo da un incremento di vendite pari al 150% (124 mila unità) previsto per quest'anno e dovuto sopratutto alle vendite agli sviluppatori, fino ad arrivare ad un incremento pari a 10 milioni di unità dal 2012 al 2016.

Via | PhoneArena

Foto: Ted Eytan

  • shares
  • Mail