Facebook, il bottone non mi piace

Facebook cambierà di nuovo pelle presto, con l’introduzione delle invasive pubblicità video da 15 secondi

dislike facebook

 

che gli utenti saranno praticamente obbligati a visionare per poter usufruire di quello che è decisamente il sito più utilizzato al mondo, almeno per fini sociali.

Pubblicità con i video


Ma non solo advertising aggressivo per Zuckerberg e compagni che, si dice, stiano pensando a introdurre una novità tanto semplice, quanto richiestissima ma potenzialmente pericolosa per mille motivi.

In principio era il Like


Dando per scontato il "Like" che tanto successo ha avuto anche nel mondo reale per esprimere il gradimento di qualcosa, qualsiasi cosa, adesso sarebbe in arrivo il "dislike", non mi piace, ossia il tasto per esprimere contrarietà e non apprezzamento a qualcosa, un po’ come accade per i video su YouTube e i commetti ad essi correlati, tanto per fare un esempio.

Poi forse il Dislike


Pericolo di cyberbullismo dietro l’angolo, avvertono i sociologi, ma possibilità per il sito blu d meglio conoscere i gusti e le abitudini dei milioni e milioni, diremmo miliardi, di utenti per meglio poter confezionare le pubblicità su misura, in modo che nemmeno una impression vada sprecata.

Mark ripensaci in fretta, o non ci avevi mai pensato?


Per ora nulla di ufficiale ma solo una delle tanti voci che quotidianamente solcano l’infinito mare del web. Se fino ad ora il non mi piace non è mai stato introdotto un motivo ci sarà e, almeno secondo noi, è difficile che lo vedremo nelle bacheche del social più utilizzato del pianeta.

Un ipotesi suggestiva, il dislike, ma che in mano alle persone potrebbe essere un’arma a doppio taglio in una community che ormai, di fatto, ricalca perfettamente la società reale, con le sue debolezze, le sue paure, e la sua voglia di commentare e di sfogarsi a tutti i costi. Chissà che Zuckerberg non ci ripensi, se mai ci aveva pensato.

Via | Huffington Post

  • shares
  • Mail