Nexus 7 più veloci con Android 4.3, aggiunto il TRIM per velocizzare lo storage

Il vecchio Nexus 7 si fa un po' più rapido grazie ad Android 4.3: aggiunto il comando TRIM per velocizzare lo storage SSD ed evitare i tempi morti durante la scrittura sulla memoria flash.

Nexus 7

L'aggiornamento over-the-air (OTA) avviato il 24 luglio porterà Android 4.3 Jelly Bean sulla quasi totalità degli smartphone e tablet a marchio Nexus, ma tra tutti questi il vecchio Nexus 7 riceverà anche qualcosa in più: la soluzione a un bug fastidioso che causava il rallentamento del sistema e che si manifestava inesorabilmente su tutte le tavolette vendute da un anno a questa parte.

La causa è tutta nello storage, o meglio nella modalità in cui il sistema scrive sulla memoria flash dell'SSD. Quando lo spazio di memorizzazione si avvicina al limite (e sul Nexus 7 è un problema non da poco visto che non c'è uno slot micro SD), i data block non utilizzati iniziano a scarseggiare e il sistema si trova costretto a cancellarli prima di poterci scrivere e portando di conseguenza a un decadimento delle prestazioni.

La soluzione è nel comando TRIM, una funzione tipica degli storage SSD che si occupa di fare piazza pulita di tutti i blocchi di dati non più utilizzati e che sui Nexus 7 armati di Android 4.2 mancava del tutto. AnandTech riporta che con Android 4.3 il TRIM (comando fstrim) verrà eseguito giornalmente mentre la tavoletta è in sospensione e con lo schermo spento, ma solo se c'è più del 70% di autonomia sulla batteria.

Android Authority fa notare che la soluzione al problema era già apparsa qualche tempo fa, ma richiedeva il rooting del tablet. Android 4.3 semplificherà di molto la cosa, tutto quello che bisognerà fare è pazientare un po' e aspettare l'aggiornamento OTA, in arrivo proprio in questi giorni anche per l'Italia.

Via | Android Authority

Foto: Paul Stein

  • shares
  • Mail