iOS 7 sarà profondamente integrato con Vimeo e Flickr

Pare che per iOS 7 Apple abbia deciso di accogliere nella propria grande famiglia due nuovo social media, Vimeo e Flickr. Entrambi sono potenti e non "universali" in quanto ad adoption, e ne guadagnerebbero molto.


Si susseguono voci interessanti sul prossimo iOS, arrivato alla sua settima versione. Il nuovo sistema operativo mobile di Apple resterà saldamente attaccato alle proprie radici, e questo vuol dire un ambiente molto chiuso e controllato dalla corporation. Siccome è impossibile modificarlo dall’esterno, ne consegue che la cosa migliore che possa capitare ad un servizio è di essere invitati all’interno del sacro recinto. Pare che Vimeo e Flickr siano stati prescelti come prossimi social network per questa procedura, dopo Facebook e Twitter.

Integrazione profonda



Come gli altri due social network già integrati, l’effetto principale sarà quello di consentire agli utenti Apple di fare il login una volta ed avere da quel punto in oi la possibilità di condividere pienamente senza altra “burocrazia”.

Apple sta probabilmente cercando di allontanarsi sempre di più da Google, e la scelta di due servizi in netta concorrenza con Mountain View è una manovra piuttosto ovvia. Flickr e Vimeo ne guadagnerebbero moltissimo, ma Apple ha come sempre molta fiducia nella propria capacità di condizionare le abitudini e le scelte dei clienti, una fiducia che non sempre viene ripagata alla prova dei fatti.

I due “candidati”



Flickr

ha già un piede nella porta, perché l’app a pagamento iPhoto iOS App Store già contiene un livello di integrazione al servizio di archiviazione immagini di Yahoo, recentemente rinnovato.

Vimeo dal canto suo è una novità, ma condivide con Flickr la caratteristica di non essere neanche lontanamente imparentata con il principale rivale di Apple, Google. Vimeo è un servizio di video un po’ più snob di YouTube, più controllato e più “personale”, da sempre dotato di un eleganza innata nella propria GUI. D’altro canto non può certo vantare l’utenza del re dei siti di video.

E se Apple volesse sbarazzarsi di YouTube come ha fatto con Maps e sostituire l’upload integrato con Vimeo? Sarebbe una rivoluzione copernicana, ma richiederebbe una grandissima quantità di coraggio.

Via | 9to5 Mac

  • shares
  • Mail