Scienziato iraniano sostiene di aver inventato la macchina del tempo

Uno scienziato iraniano, residente a Teheran, sostiene di aver inventato la "macchina del tempo". L’autore del progetto, Ali Razeghi, ha già effettuato la registrazione del brevetto al centro statale per le invenzioni strategiche di quel paese.

L’idea mi sembra strampalata e priva di basi solide per accreditarla come vera, anche se alcuni dei principali organi di informazione ne hanno dato notizia su scala mondiale. Io resto profondamente scettico, ma non posso spingermi oltre nel giudizio, non avendo visto neppure la bozza di questo prodotto “miracoloso”.

Non è un'automobile

L’opera di Razeghi, battezzata “The Aryayek Time Traveling Machine”, è diversa dalla consueta vettura consegnata alla fantasia del pubblico televisivo da alcune pellicole di grande successo. Non si tratta infatti di un’automobile, ma di un dispositivo che può entrare tranquillamente nella custodia di un personal computer.

Previsioni a medio termine

Secondo l’ideatore, questo apparecchio riesce a fare delle cose incredibili, grazie a un complesso sistema di algoritmi che gli consente di prevedere ciò che può accadere nei prossimi 5-8 anni, con un margine di incertezza che non supera il due per cento. A me sembrano dati frutto della fantasia e dal fanatismo, ma non voglio condizionare il vostro giudizio. Resta il fatto che il giovane scienziato iraniano, con 180 invenzioni all’attivo, non ha ancora avuto delle verifiche empiriche, perché manca il prototipo.

Funziona per il Superenalotto?

Razeghi dice di aver paura che i cinesi glielo copino. Io credo che siano altre le motivazioni. Comunque, l’autore sostiene che con la sua macchina del tempo si possono prevedere le oscillazioni future dei mercati finanziari. Se vuole che io ci creda, basta che mi dia la sestina vincente del Superenalotto.

Via | Gadget.com

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: