Su WhatsApp le mani di Google, fuori un miliardo per averci

E se Google Babel avesse dietro il know-how e la struttura di WhatsApp? Una voce sta infatti circolando in Rete con insistenza nelle ultime ore: Big G potrebbe costruire la sua altissima Torre di Babele  servendosi della cornetta verde più famosa del mondo, in modo tale da avere subito una sua messaggistica istantanea multipiattaforma con i fiocchi.

Google compra WhatsApp

 


Come Facebook con Instagram


Le trattative per l’acquisizione sarebbero già in corso da un mesetto circa e, naturalmente, è chiaro il gioco al rialzo dei ragazzi di Palo Alto nei confronti del ricco colosso di Mountain View. Aprile deve essere il momento giusto per le acquisizioni dato che anche l’anno scorso assistemmo ad una molto rilevante.

In quel caso su Facebook, sempre molto attiva, ad acquistare Instagram, l’applicazione delle foto condivise, per un miliardo di dollari. E la cifra in ballo sarebbe la stessa anche per WhatsApp, nonostante la messaggistica tra smartphone sia in grado di generare “appena” 100 milioni di dollari in un anno.

Un bacino d'utenza miliardario


Qualcosa come 300 milioni di utenti attivi sommati a quelli di Google, certo considerando che alcuni già utilizzano le due strutture, genererebbero immediatamente un bacino secondo solo a quello del sito blu per eccellenza, che presto sbarcherà sugli smartphone Android in maniera massiccia con Facebook Home.

Con la portata che ha WhatsApp di qualche miliardo di messaggi ogni giorno, il mondo della messaggistica istantanea sarebbe rivoluzionata da questa mossa di Google, considerando anche l’arrivo degli abbonamenti che colpiranno anche i (nuovi) fino ad ora tranquilli utenti iOS.

Uno scenario decisamente più che interessante che forse si delineerà meglio il prossimo mese, in occasione del Google I/O dove avremo occasione di vedere un sacco di novità, teoricamente molte più di quante non si siano mai viste nel corso di un keynote di Big G.

Via | AppleInsider

  • shares
  • Mail