Apple Intel e Google accusate di accordi illeciti, cento milioni di dollari come risarcimento

Google Apple Intel

Il CEO di Apple, Tim Cook, è stato sottoposto a un interrogatorio da Lucy Koh, giudice che è stato chiamato a pronunciarsi su un caso che coinvolge compagnie davvero importanti, tra le quali spiccano anche Google e Intel, e non soltanto la Grande Mela. Cosa è successo esattamente? Un giro di email ha fatto emergere che i colossi avrebbero stretto fra loro degli accordi in modo illecito, per evitare di sottrarsi i dipendenti.Stando alle poche informazioni che stanno circolando nelle ultime ore, cinque impiegati avrebbero denunciato le aziende di aver istituito misure illegali per un efficiente sistema di reclutamento: il giudice Koh ha spiegato che da queste email è emersa la volontà da parte di Google, Apple e Intel di impegnarsi per assunzioni di tipo collettivo, scoraggiando proposte individuali e impedendo ai dipendenti dell’avversario di candidarsi.

Non è ancora chiaro come deciderà di comportarsi il giudice, ma, qualora tutto dovesse risolversi a favore dei querelanti, la loro vita cambierebbe notevolmente; i rappresentanti legali, infatti, hanno chiesto un risarcimento danni pari a centinaia di milioni di dollari, forse consapevoli del fatto che ad essere danneggiati sono stati non soltanto loro cinque ma molte altre persone.

Tim Cook, nella persona del suo legale, ha affermato di non essere assolutamente colpevole, visto che nel periodo a cui le accuse fanno riferimento non era CEO ma COO; spiegazione che non ha convinto per niente Koh: "Trovo difficile credere – ha spiegato – che un COO non abbia avuto voce in capitolo su salari e rimborsi per gli impiegati".

Come si concluderà questa triste vicenda?

  • shares
  • Mail