Garmin: linea di termocamere e telecamere low-light

Scritto da: -

garmin telecamere e termocamere

Le informazioni visive sono d’importanza fondamentale per chi è al timone, sia durante la navigazione notturna che in condizioni di nebbia, pioggia o durante le attività di ricerca e soccorso. Garmin offre ai suoi clienti un linea di dispositivi per l’acquisizione di immagini termiche e in condizioni di bassa luminosità che, integrati nei sistemi del marchio, offrono prestazioni di grande spessore.

Si tratta di una nuova serie di termocamere e telecamere low-light: GCT 30, GCT 20 e GCL 20. Questi dispositivi vantano la funzionalità PTZ (rotazione, inclinazione e zoom) e sono in grado di garantire maggiore sicurezza durante la navigazione, grazie all’ottimizzazione della visibilità sia diurna che notturna.

La telecamera low-light GCL 20 è particolarmente utile all’alba, all’imbrunire e in presenza di nebbia leggera, mentre le GCT 30 ad alta risoluzione e GCT 20 a bassa risoluzione offrono un valido supporto durante la navigazione notturna e/o in totale oscurità.

garmin telecamere e termocameregarmin telecamere e termocameregarmin telecamere e termocameregarmin telecamere e termocamere

Le nuove telecamere e termocamere sono completamente controllabili dai display multifunzione Garmin e vantano la compatibilità NMEA 2000. Collegandole a un display multifunzione e integrando un sensore bussola opzionale, è possibile utilizzare più strumenti di questo tipo contemporaneamente, per inseguire un target dal display.

E’ sufficiente selezionare un punto sullo schermo e le GCT 30, GCT 20 e CGL 20 si sincronizzano automaticamente sullo stesso punto, che non viene più mollato. Grazie all’innovativa tecnologia target tracking, le termocamere GCT 30 e GCT 20 sono in grado di agganciare un punto hot spot, racchiuderlo in un riquadro, ed eseguire automaticamente rotazioni e inclinazioni per inseguirlo. Questa funzione è di estrema utilità quando è necessario localizzare un uomo a mare (MOB). Utilizzate con il sensore bussola opzionale, queste nuove telecamere e termocamere sono inoltre in grado di cogliere i bersagli MARPA e AIS.

Il modello più sofisticato della nuova serie, la termocamera GCT 30, offre immagini VGA (640 x 480) ad alta risoluzione e uno zoom digitale continuo 1-12x. Grazie a una velocità di aggiornamento di 9 Hz o 30 Hz, l’immagine in movimento rimane sempre nitida e definita. La termocamera GCT 20, con risoluzione QVGA+ (384 x 288) è in grado di offrire il 44% di pixel in più rispetto alle risoluzioni QVGA standard. La GCT 20 ha uno zoom digitale continuo 1-8x, con velocità di aggiornamento di 9 Hz o 30 Hz. I modelli GCT 30 e GCT 20 dispongono entrambi di cinque modalità di visualizzazione e sette modalità cromatiche.

La nuova telecamera low-light ad elevate prestazioni di Garmin, la GCL 20, con uno zoom ottico 28x e uno zoom digitale 12x offre prestazioni straordinarie, per una capacità complessiva di 336x. La GCL 20 ha un requisito di luminosità minima di 0,0004 lux a 10iRE ed è disponibile in formato PAL o NTSC. Per garantire la massima sicurezza durante la navigazione, la nuova linea di termocamere e telecamere low-light di Garmin dispone anche delle funzionalità di rotazione continua e auto flip per il monitoraggio ininterrotto dell’area circostante.

Essendo totalmente integrate nel sistema Garmin, è possibile aggiornare il firmware delle GCT 30, GCT 20 e GCL 20 tramite rete NMEA 2000 direttamente da un chartplotter compatibile, per ottimizzare i tempi e le operazioni di aggiornamento e disporre sempre della versione più fresca. Con un peso di soli 1,36 Kg, questi dispositivi compatti e leggeri possono essere installati verso l’alto o verso il basso.

Via | Garmin.it

Vota l'articolo:
3.50 su 5.00 basato su 6 voti.