Volkswagen T-Roc - A bordo con Waze

La più famosa App per la navigazione social sbarca sul nuovo sistema di infotainment a bordo della nuova Volkswagen T-Roc.

Esiste un'auto sociale. Non c'è solo il car sharing e dunque il modo di condividere fisicamente una vettura, ma anche la possibilità di utilizzare la propria per mettere in comune informazioni sulla mobilità e sul traffico, contribuendo ad una community viaggiante, in cui cambia addirittura il modo di interagire con la strada, in tempo reale. È questa la caratteristica di un'auto nata digitale come la nuova Volkswagen T-Roc, che usa in modo esteso uno strumento come Waze e la sua piattaforma, che va ben oltre il servizio di navigazione. C'è un elemento di interazione e perfino quello della responsabilità sociale, c'è l'idea per la quale la strada è interesse di tutti i membri della community, che danno e sfruttano consigli.

Waze oggi è un fenomeno di condivisione che si basa sul lavoro di oltre 110 milioni di utilizzatori al mondo, i Wazer, che usano quotidianamente la App. Chiunque può fare segnalazioni sulla viabilità, sui blocchi e sui pericoli incontrati durante la marcia, oltre l'eventuale presenza di autovelox. Tutte informazioni trasmesse dai singoli all'intera community e vagliate dai responsabili del servizio, con una affidabilità che è stata riconosciuta addirittura come metodo di gestione della mobilità a livello mondiale.

Volkswagen T-roc e Waze: la navigazione diventa social


Il Connected Citizens Program voluto da Waze oggi conta 600 partner globali, tra cui molte città e istituzioni amministrative, che prendono parte al programma e creano allo stesso tempo un forum dove possono parlarsi e confrontarsi su come migliorare la mobilità e il traffico. Waze è un fenomeno di condivisione addirittura sorprendente in caso di calamità naturali, già intravisto in occasione del primo uragano Sandy che ha colpito la costa orientale degli States nel 2012, diventato via via di interesse pubblico e positivo durante attentati terroristici, terremoti e tragedie come il crollo del ponte Morandi a Genova. La navigazione diventa un servizio a cui si contribuisce in modo volontario, per il bene altrui. Esiste un'auto sociale.

Waze è una App vincente per questo. Giusto che Volkswagen abbia ritenuto di stringere una collaborazione forte. Personalizzata, con la funzione Change Car, attraverso la quale si può modificare il proprio puntatore di navigazione con tre diverse icone che richiamano altrettanti modelli storici del brand come il primo iconico Maggiolino, ma presto anche il mitico pulmino Bulli T1 e l’intramontabile Golf GTI. Ma anche una collaborazione evoluta, con Waze music player, il sistema audio integrato nell’app, in grado di offrire una soluzione semplice per ascoltare musica, podcast, audiolibri, news e molto altro con un alto grado oggettivo di sicurezza.

Tutto questo è stato possibile attraverso la piattaforma Volkswagen Car-Net, che consente non solo la compatibilità con il mondo Android, ma anche di accedere al mondo Apple iOs. Basta connettere lo Smartphone attraverso il cavo Usb e impostare una destinazione, come sempre digitando l'indirizzo della località da raggiungere e confermare con l'ormai famoso pulsante Go. Ora alle destinazioni più frequenti si possono anche aggiungere le destinazioni associate a un determinato evento nel calendario dello smartphone. Ma c'è di più. Basta autenticarsi tramite Facebook per visualizzare la posizione sulla mappa degli amici che utilizzano Waze.

Volkswagen T-Roc: Nativa Digitale


Proprio la piattaforma Volkswagen Car-Net è la fotografia di quanto un crossover come T-Roc possa diventare sociale e accedere ad un gran numero di servizi online, compatibili con Apple CarPlay e Android Auto per il mondo Google. La navigazione evoluta, i comandi vocali e l'interfaccia d'uso naturale sono le caratteristiche di un ambiente che doveva nascere fin dall'inizio pensato come una interfaccia, non come un semplice cruscotto. La T-Roc è il primo SUV della sua categoria disponibile con strumentazione interamente digitale, ovvero l’Active Info Display di nuova generazione. Insieme ai sistemi di infotainment interamente rivestiti in vetro, è stato realizzato un’asse visuale e di comando digitale, nel quale trovano la loro perfetta collocazione le nuove tecnologie in rete Volkswagen Car-Net con le relative App e i servizi online mobili.

Sulla T-Roc le forme e la funzionalità degli interni sono state ridefinite e adeguate all’era digitale. Nella fase di ideazione l’attenzione si è focalizzata sull’integrazione di elementi di visualizzazione e comando sempre più digitalizzati. La T-Roc è quindi disponibile con Active Info Display, ovvero uno schermo ad alta definizione da 10.25 pollici configurabile che sostituisce la strumentazione analogica.

Sullo stesso asse visuale della parte alta della plancia c'è il secondo display da 8 pollici del sistema Composition Media, di serie, o quello di livello superiore, il Discover Media. Active Info Display e sistemi di infotainment sono stati specificamente concepiti per consentire l’utilizzo della gamma completa di servizi online e applicazioni tramite smartphone e Volkswagen Car-Net. Altrettanto ottimale risulta l’integrazione di telefono e media player. Entrambe le funzioni possono essere visualizzate e controllate non solo tramite sistema di infotainment, ma anche via Active Info Display.

Per la T-Roc Advanced sono inoltre di serie i servizi Security & Service, che offrono assistenza nelle situazioni più disparate. Tra le principali funzioni figurano servizi quali Chiamata d’emergenza e e segnalazione di incidente automatica, pianificazione scadenze service e stato della vettura.

Volkswagen T-Roc - A bordo con Waze

  • shares
  • Mail