Facebook Portal porta le videochiamate nel salotto di casa

Facebook ha tolto i veli su Portal, il suo primo smart display che sarà disponibile anche in una versione Plus.

Facebook Portal

Facebook porta le videochiamate nei salotti delle case attraverso Portal, il suo primo smart display che sarà declinato anche in una versione Plus caratterizzata da uno schermo più grande. Oltre a consentire le videochiamate, questi prodotti permetteranno di ascoltare la musica in streaming tramite Spotify e Pandora, o riprodurre i video in streaming da Facebook Watch. Sebbene creati da Facebook, non c'è alcuna possibilità di accedere ai servizi del social network. La versione più piccola assomiglia molto all'Echo Show di Amazon, mentre la declinazione di maggiori dimensioni è davvero ingombrante. Se il modello più piccolo può trovare posto anche in ambienti piccoli, la variante Plus necessita di stanza di generose dimensioni.

Portal è dotato di una videocamera grandangolare in grado di identificare la persona e di seguirla all'interno di una stanza. Secondo Facebook, Portal è stato creato per dare la sensazione di condividere un'intera stanza con le persone con cui si sta parlando. Grazie alla videocamera grandangolare che rileva automaticamente le persone, i soggetti saranno sempre messi a  fuoco sino a che rimarranno a portata dell'obiettivo. Se più persone si trovano in una stanza, la videocamera utilizzerà un grandangolo per gestirle tutte. Se c'è una sola persona, la fotocamera metterà in primo piano il suo volto.

Portal from Facebook

Posted by Facebook on Friday, October 5, 2018

Facebook dice che questa funzione rende le chat video più naturali, dal momento che si può parlare senza preoccuparsi degli angoli di visione della videocamera. Siccome avere una videocamera ed un microfono sempre in casa i cui dati possono essere gestiti da Facebook può preoccupare, il social network, per tranquillizzare gli utenti, ha dotato Portal di una sorta di copertura dell'obiettivo oltre a disporre di un pulsante che spegne microfono e videocamera. Facebook dice che questo pulsante non solo disattiva il microfono e la viodeocamera, ma taglia fisicamente il circuito per prevenire i tentativi di hacking.

Non sono presenti funzionalità di registrazione dei video e Portal può contare anche sull'assistente Alexa di Amazon. In buona sostanza, trattasi di una sorta di Echo Sho con alcune funzionalità specifiche per Facebook. C'è poca differenza nell'hardware tra i due prodotti. Il modello più piccolo ha uno schermo da 10 pollici 720p e due altoparlanti. Il modello più grande ha uno schermo da 15,6 pollici 1080p, due altoparlanti più potenti e un subwoofer.

Il Portal Plus ha anche il vantaggio di uno schermo ruotabile, che può passare dall'orientamento orizzontale a quello verticale durante la chat. Quando è inattivo, il dispositivo scorre le foto di Facebook del proprio profilo e quelle degli amici. In futuro potrebbe anche arrivare Google Assistant ma al momento l'unico assistente presente è Alexa. Facebook, dunque, ha rinunciato a creare un assistente tutto suo. Poche le app disponibili e la piattaforma non è stata ancora aperta agli sviluppatori. Al momento, il focus e solo sulle videochiamate.

Portal sarà in vendita da novembre a 199 dollari nella variante da 10 pollici e a 349 dollari nella declinazione con il display più grande.

 

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 4 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail